In campo! – Chi è e come si batte il famigerato “pallettaro”

1

In questa rubrica parleremo di tattica e delle diverse soluzioni da utilizzare in campo cercando di spiegarvi in pillole quale possa essere il miglior metodo per battere il vostro avversario in base alle sue caratteristiche. Dal famoso “pallettaro” al giocatore di tutta potenza.

Cercheremo, insieme e tramite alcuni suggerimenti, di farvi cambiare l’approccio della partita a seconda del tipo di giocatore che vi troverete davanti, partendo comunque dal presupposto che ognuno di noi ha un proprio stile di gioco.

Cominciamo dal cosiddetto “pallettaro”

Si tratta della tipologia di giocatore che si trova a proprio agio giocando prevalentemente con i piedi dietro la riga di fondo e usando traiettorie alte sopra la rete. Dovrete essere bravi voi a scombinare i suoi piani di gioco, specialmente se non siete questo tipo di giocatore. Vediamo alcune soluzioni da adottare.

1-     Non prolungare troppo lo scambio. Se lo farete cadrete nella sua ragnatela fatta di lunghi scambi per sfiancarvi o farvi perdere la pazienza (e quindi la concentrazione).

2-     Variare il gioco abbassando la traiettoria della palla giocando il cosiddetto backspin: in questo modo il vostro avversario troverà maggiori difficoltà ad alzare la palla.

3-     Accorciare la palla corta costringendolo a venire avanti o a rete in una zona di campo dove certamente non si sentirà più così sicuro o, viceversa, aspettare la palla giusta per attaccare e andare a chiudere il punto a rete. In alcuni casi il “pallettaro” troverà difficoltà nel passante vincente e molto probabilmente tenterà di alzare il famoso pallonetto. E’ lì che dovrete essere bravi a chiudere con lo smash.

Abbiamo affrontato i tre casi più importanti che pensiamo potranno aiutarvi a scardinare il gioco del famigerato “pallettaro”. Provate a seguirli basandovi sulla vostra confidenza tattica sulla dimestichezza tecnica del vostro tennis.

Nel prossimo capitolo parleremo invece del giocatore che fa della potenza e dell’aggressività di gioco il suo punto forte. E chissà, magari in quel caso diventerete proprio voi il “pallettaro” di turno.

Leonardo Rispoli – Istruttore federale FIT

Share.

1 commento

  1. Pingback: In campo! – Chi è e come si batte il famigerato “pallettaro” | Gtennis Associazione Sportiva Dilettantistica

Leave A Reply