I 10 più grandi tennisti americani di sempre

0

Non lasciatevi abbagliare dai risultati odierni. Il tennis americano è stato per lunghi anni il faro del tennis mondiale. Tanti sono stati i tennisti Usa in grado di vincere i più prestigiosi tornei al mondo, e tanti quelli che hanno stazionato nelle prime posizioni della classifica mondiale. Una consuetudine che si è interrotta nei primi anni 2000.

Ora fare una classifica dei migliori tennisti americani è quasi impossibile. Per qualità, vittorie e ranking tanti potevano stare nei primi dieci. Noi abbiamo privilegiato maggiormente gli atleti dell’era Open, consci dell’incompletezza di questa classifica, volendo però omaggiare alcuni grandi giocatori pre era Open.

#10 Michael Chang

Quando si affacciò nel 1988 al tennis professionistico in molti pensavano fosse il futuro del tennis americano. E gli inizi confortano questo pensiero. Infatti il diciassettenne Michael Chang vinse nel 1989 il suo primo e ultimo Slam, il Roland Garros. Ancora oggi è il più giovane ad aver vinto lo slam parigino. Il suo più grande problema ad essere il numero 1 Usa è stato Pete Sampras, che nello stesso periodo cannibalizzò il tennis mondiale. Stretto tra il fenomeno Sampras e il fenomeno (e personaggio) Andre Agassi, Chang non riuscì mai ad entrare totalmente nelle grazie degli amanti del tennis. Il suo palmares oltre al torneo parigino conta di altri 33 tornei vinti. Perse 21 finali tra cui tre Slam (Roland Garros 1995, Australian Open 1996 e Us Open 1996). Il best ranking lo raggiunse nel settembre 1996, la seconda posizione, ma per oltre 10 anni è riuscito ad essere stabilmente nei primi 15.

#9 Andy Roddick

E’ stato, ad oggi, l’ultimo grande tennista americano. Quando ventunenne conquistò la vetta del ranking Atp, tenuta per 13 settimane, i tifosi americani pensavano di aver trovato il successore dei vari Sampras, Agassi, Courier e Chang. Più precoce di Roger Federer, che diverrà in seguito il dominatore del tennis mondiale, non è riuscito a restare per grande tempo al top. Gli Us Open conquistati nel 2003 sembravano essere l’antipasto per una serie di vittorie negli Slam. Così non è stato. Giocatore completo per ben tre volte è stato sconfitto da Roger Federer in finale a Wimbledon (2004-2005-2009) e sempre lo svizzero gli ha negato il bis agli open di casa (2006). Per ben 7 volte lo svizzero gli ha negato la gioia di una vittoria in finale. Detto questo Roddick è riuscito a vincere ben 32 tornei.

#8 Jim Courier

Altro giocatore del periodo a cavallo tra gli anni 80/90. In quelli anni tanti erano i fenomeni del tennis mondiale, e vincere non era scontato. Fu il numero 1 al mondo per 58 settimane tra il 1992 e il 1993. Nella sua carriera vinse 4 Slam (due volte il Roland Garros 1991-1992, e due volte gli Australian Open 1992-1993). In tutto furono 23 i titoli conquistati da Courier, mentre 13 sono le finali perse (Us open 1991, Roland Garros 1993, Wimbledon 1993). La straordinaria concorrenza di quegli anni, in patria e fuori, non hanno dato merito ad un grandissimo campione troppo spesso sottovalutato.

#7 Stan Smith

Ha iniziato la sua carriera nell’era pre open,e poi ha continuato nell’era Open. Stan Smith è stato un grandissimo giocatore sia di singolare che di doppio. Il suo best ranking è stata la posizione numero 3 (1973), ma i suoi migliori risultati li aveva ottenuti negli anni precedenti quando nel 1971 vinse gli Us Open e nel 1972 Wimbledon. Sono 36 i titoli conquistati in singolare, mentre ben 55 in doppio. Cifra che lo rende tra i più vincenti di sempre nel combinato. Una curiosità, a lui una nota marca di abbigliamento sportivo ha dedicato una scarpa.

#6 Don Budge

Con Don Budge si va agli albori del tennis. Non si può tuttavia non includere nella classifica un giocatore che alla fine degli anni ’30 dominò il tennis mondiale. Nel 1938 divenne il primo tennista a vincere in un anno tutti e 4 i tornei del Grande Slam. Oltre all’impresa del ’38 vinse nel 1937 sia Wimbledon che gli Us Open. Anche in doppio vinse tanto. Un giocatore unico che però ebbe la carriera spezzata dalla seconda guerra mondiale e da un regolamento che non permetteva ai professionisti di giocare i grandi tornei.

#5 Andre Agassi

Molti si sorprenderanno di trovare così in basso uno dei tennisti più conosciuti e amati della storia del tennis. Ma l’abbiamo detto in apertura gli Usa sono stati il faro del tennis mondiale per tantissimi anni. Agassi ha avuto due vite tennistiche, è caduto ed è saputo tornare ai vertici. Sessanta sono i tornei conquistati dall’estroso americano e ben 8 gli Slam (Austalian Open 1995-2000-2001-2003, Roland Garros 1999, Wimbledon 1992, Us Open 1994-1999). E’ riuscito a vincere anche l’oro olimpico ad Atlanta nel 1996. E’ stato uno degli 8 giocatori ad aver realizzato Career Slam (vincere tutti e 4 i tornei principali). Ha detenuto il primo posto nella classifica ATP per 101 settimane.

#4 John McEnroe

Per descriverlo tennisticamente proviamo a dare qualche numero: 77 titoli Atp in singolare, 78 in doppio (compreso anche il misto). Ha vinto 4 volte in singolare gli Us Open (1979-1980-1981-1984) e 3 volte Wimbledon (1981-1983-1984). Fu numero uno della classifica Atp (tra il 1980 e il 1981 alternandosi in vetta con Borg). E’ considerato il miglior giocatore di doppio della storia. Ma McEnroe non è ricordato per tutto questo. Il suo carattere, le sue sfuriate sono le caratteristiche che l’hanno reso noto al grande pubblico più della sua seconda di servizio, che era eccezionale. E poi c’è la sfida con Borg, finita in parità, a cui è stato dedicato un film. Una vera e propria leggenda.

#3 Bill Tilden

Quando si parla di leggende Bill Tilden non è secondo a nessuno. Interprete fenomenale, fu il dominatore del tennis degli anni ’20 e ’30. “Big Bill” è stato il primo tennista americano a vincere a Wimbledon. Ha vinto ben 10 titoli dello Slam (7 volte a New York e 3 Championships). E’ stato anche il primo a raggiungere per 10 volte la fine a Londra, record infranto da Roger Federer nel 2011. E’ considerato il più grande tennista al mondo della prima parte del XX secolo.

#2 Jimmy Connors

E’ il giocatore più vincente della storia del tennis in singolare con 109 titoli Atp vinti. Jimmy Connors tra gli anni ’70 e ’80 fu tra i più grandi interpreti di questo sport. Non gli riuscì mai il career Slam, per ben 4 volte si è fermato alla semifinale al Roland Garros. Ha concluso l’anno in testa alla classifica mondiale dal 1974 al 1978, e poi per 13 settimane negli anni ’80. Ha vinto 5 volte gli Us Open (1974-1976-1978-1982-1983) 2 volte Wimbledon (1974-1982) e 1 volta gli Australian Open (1974). Grande rivale di Borg, McEnroe e Lendl e con gli ultimi due la rivalità era condita da una grossa dose di antipatia. ù

#1 Pete Sampras

Per coloro che hanno iniziato a seguire il tennis negli anni ’90 Pete Sampras è stato un faro. Giocatore di una costanza disarmante è stato numero 1 del mondo per 6 stagioni consecutive. Ha vinto 14 Slam, ma non è mai riuscito a conquistare il Roland Garros. Per ben 7 volte è riuscito a conquistare Wimbledon (1993, 1994, 1995, 1997, 1998, 1999, 2000), 5 le vittorie agli Us Open (1990, 1993, 1995, 1996, 2002) e 2 agli Australian Open (1994, 1997). Prima dell’avvento di Federer, Nadal e Djokovic era considerato nettamente il miglior giocatore di sempre, ma poi i tre fenomeni non solo gli hanno tolto lo scettro, ma lo hanno spinto addirittura fuori dal podio. Il suo più grande rivale è stato Andre Agassi, che ha dichiarato: “Credo che il nostro peggior incubo sia svegliarsi il mattino seguente e ritrovarsi nei panni dell’altro”. Certo persone e giocatori più diversi di loro due è difficile trovarne.

Share.

Leave A Reply