Nuovo DPCM: cosa cambia per i giocatori di tennis e padel, regione per regione

0

A seguito dei dati del monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità, il governo ha provveduto ad approvare un nuovo DPCM in data 14 gennaio, che sarà operativo da domenica 17 gennaio. A seguito di ciò, due Regioni e una Provincia autonoma entrano in zona rossa, 12 Regioni saranno in zona arancione, 5 Regioni e una Provincia autonoma in zona gialla.

Ecco nel dettaglio cosa cambia per i giocatori di tennis e padel a seconda della Regione di residenza.

Zona Rossa: solo eventi di carattere nazionale

Lombardia, Sicilia, Provincia autonoma di Bolzano

Non si potrà giocare e tennis o a padel, salvo che nei casi previsti dall’art. 1 del DPCM del 14 gennaio (in pratica per il soli eventi di preminente interesse nazionale)

Zona Arancione: ok a gioco all’aperto nel proprio Comune

Abruzzo, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria, Valle D’Aosta e Veneto

Si potrà giocare a tennis e a padel nei circoli sportivi all’aperto e in quelli dotati di tensostrutture che rispettano le regole indicate nelle faq del Dipartimento dello Sport. Non ci si potrà però spostare dal proprio Comune, ad eccezione degli agonisti che devono allenarsi o dei “non agonisti” che risiedono in un Comune in cui non sono presenti campi da gioco.

Zona Gialla: ok a gioco all’aperto nelle propria Regione

Molise, Basilicata, Campania, Sardegna, Toscana e provincia autonoma di Trento

Si potrà giocare a tennis e a padel nei circoli sportivi all’aperto e in quelli dotati di tensostrutture che rispettano le regole indicate nelle faq del Dipartimento dello Sport. Ci si potrà spostare liberamente all’interno della propria Regione per giocare.

Share.

Leave A Reply