Le migliori 5 prestazioni di tennisti italiani allo US Open

0

Storicamente i rappresentanti del movimento nostrano hanno ottenuto i migliori risultati Slam in carriera sulla terra battuta. Ne sono la dimostrazione i due trionfi di Nicola Pietrangeli e quelli di Adriano Panatta e Francesca Schiavone al Roland Garros, e le tante semifinali conquistate, sempre a Parigi, da De Morpurgo, De Stefani, Merlo, Sirola, Barazzutti, Cecchinato e Trevisan. Tuttavia, nell’ultimo decennio, gli azzurri hanno cominciato a mostrare un certo feeling anche col cemento. In questo pezzo vi proponiamo le cinque migliori prestazioni di tennisti italiani allo US Open.

Le 5 migliori prestazioni di tennisti italiani allo US Open

Matteo Berrettini subito fuori anche a Cincinnati

Foto Ansa

1. Flavia Pennetta, vittoria nel 2015

La più grande soddisfazione agli italiani l’ha regalata sicuramente Flavia Pennetta, vincitrice dello US Open nel 2015. La brindisina, ventiseiesima testa di serie al via, superò Jarmila Gajdošová, Monica Niculescu, Petra Cetkovská, Samantha Stosur, Petra Kvitova, Simona Halep e, infine, Roberta Vinci in un ultimo atto tutto azzurro. Un filotto incredibile, per un trionfo storico che gli garantì l’ingresso in top-10, in ottavo posizione. Grazie a tale successo, Pennetta è diventata la seconda italiana di sempre (dopo Francesca Schiavone, Roland Garros) a vincere uno Slam e, a 33 anni, la più “anziana” in assoluto ad esserci riuscita per la prima volta in carriera. Durante la premiazione annunciò il ritiro al termine della stagione.

2. Roberta Vinci, finale nel 2015

Facevamo riferimento alla finale tutta azzurra nel 2015. E la seconda della nostra speciale classifica è proprio colei che da quella partita ne uscì sconfitta, Roberta Vinci. La tarantina, dopo aver battuto all’esordio Vania King, estromise Denisa Allertová, Mariana Duque-Marino, Eugenie Bouchard (ritiro per infortunio) e Kristina Mladenovic. Arrivata in semifinale, trovò un ostacolo quasi insormontabile, l’allora numero uno al mondo Serena Williams. Le sue speranze alla vigilia erano davvero poche, e diminuirono ulteriormente dopo che perse il primo set. Tuttavia, con una grande rimonta, Roberta riuscì a compiere una delle imprese più grandi dell’Italtennis femminile. Grazie alla finale raggiunta, la pugliese entrò in top-20 alla posizione 19.

3. Matteo Berrettini, semifinale nel 2019

Sull’ultimo gradino del podio troviamo Matteo Berrettini, che nel 2019 si spinse fino in semifinale, il primo italiano a riuscirci sul cemento. L’allora ventitreenne romano ebbe la meglio nell’ordine su Richard Gasquet, Jordan Thompson, Alexei Popyrin, Andrey Rublev e Gael Monfils, prima di schiantarsi contro il muro Rafa Nadal, futuro vincitore del torneo. Una cavalcata che a fine stagione gli aprì le porte della top-10 e gli regalò il riconoscimento di “tennista che ha ottenuto maggior progressi nell’arco del 2019”.

4. Corrado Barazzutti, semifinale nel 1977

Nel 1977 andò in scena l’ultimo US Open sulla terra verde (dal 1978 è stato spostato a Flushing Meadows), con Corrado Barazzutti grande protagonista. Il friulano sconfisse Bill Scanlon, Ilie Nastase, Mark Edmondson, Butch Walts e Brian Gottfried, raggiungendo la semifinale senza perdere neppure un set. Nel penultimo atto si trovò al cospetto di Jimmy Connors che lo batté nella discussa partita del “segno cancellato”.

5. Jannik Sinner, quarti nel 2022

Infine abbiamo Jannik Sinner, che attualmente è ancora in corsa allo US Open 2022. L’altoatesino, pur faticando oltre il previsto, si è guadagnato i quarti di finale spuntandola su Daniel Altmaier, Christopher Eubanks, Brandon Nakashima e Ilya Ivashka. L’altoatesino è contestualmente diventato il più giovane giocatore a raggiungere i quarti di finale di tutti e quattro gli Slam da Novak Djokovic nel 2007-2008. È il secondo italiano a riuscirci, dopo Matteo Berrettini, ma con cinque anni d’anticipo. Il suo prossimo avversario sarà il baby fenomeno spagnolo Carlos Alcaraz.

>>> Dove vedere lo US Open 2022 in diretta TV e streaming

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply