Daily preview: i match da non perdere oggi a Madrid

0

La giornata di ieri ha chiuso il primo turno del Masters 1000 di Madrid. Poche le sorprese. Su tutte l’inaspettata e netta sconfitta di Borna Coric contro Lucas Pouille (6-3, 7-5). Fa rumore anche l’eliminazione di Alex De Minaur contro il polacco Hubert Hurkacz, mentre non possono essere definite come sorprese (nonostante le differenze in classifica) le vittorie dell’eterno David Ferrer, giunto all’ultimo capitolo della sua lunga carriera, contro Roberto Bautista-Agut, e dell’argentino Guido Pella (di cui avevamo parlato molto bene in questo articolo) contro il numero 14 del mondo Danill Medvedev.

Bene Federer e Djokovic, Thiem col fiatone

Per il resto, ottimo il ritorno sulla terra, dopo oltre due anni di assenza, di Roger Federer (che ha liquidato Richard Gasquet in due set), così come l’esordio a Madrid di Novak Djokovic che si è sbarazzato in poco più di un’ora di gioco dello statunitense Fritz. Più complicato il debutto di uno dei favoriti, l’austriaco Dominic Thiem, che dopo aver perso il primo set e vinto il secondo, ha beneficiato del ritiro di Reilly Opelka. Bene anche Fabio Fognini, che ha vinto d’autorità nel match tutt’altro che scontato contro Kyle Edmund, mentre Marco Cecchinato ha perso male contro Diego Schwartzman.

Attesa per Nadal contro Felix

Oggi mercoledì 8 maggio si chiude il secondo turno.

C’è grande attesa per l’esordio di Rafa Nadal, dopo che un virus intestinale ne aveva messo in discussione la partecipazione. Il numero due del mondo, cinque volte vincitore a Madrid, se la vedrà contro il baby-fenomeno canadese Felix Auger-Aliassime, non prima delle 16 sul campo centrale.

Gli altri match da tenere d’occhio

Interessante lo scontro tra il serbo Laslo Djere e Juan Martin Del Potro (alle 13,30), così come il match tra Stan Wawrinka e Guido Pella, sempre alla stessa ora. Alle 15 torna in campo Fognini, contro l’australiano Millman: nell’unico precedente tra i due, lo scorso anno sul cemento degli Us Open, l’italiano capitombolò in quattro set, ma sulla terra dovrebbe (condizionale d’obbligo) essere un’altra storia. Da non perdere, infine, la partita serale, tra Ferrer e Alexander Zverev. In primis perché potrebbe essere l’ultima partita della carriera dello spagnolo e poi per saggiare le condizioni del tedesco, che sta affrontando una prima metà di 2019 a dir poco complicata.

E’ possibile seguire il torneo maschile del Mutua Madrid Open su Sky Sport 1, Sky Sport Arena e in streaming su Sky Go

Share.

Leave A Reply