Caso Vikhlyantseva: vaccinata, ma non può andare in Australia

0

È scoppiato nella giornata di lunedì il caso di Natalia Vikhlyantseva: la russa è vaccinata, ma non potrà andare in Australia. Il motivo? Il vaccino Sputnik V non è stato riconosciuto dal governo.

Niente Australian Open per una vaccinata

Il caso di Natalia Vikhlyantseva potrebbe far scoppiare una bomba mediatica sugli Australian Open 2022. La russa, infatti, nonostante sia completamente vaccinata, non potrà prendere parte alle qualificazioni del primo slam dell’anno. La numero 194 del ranking Wta è vaccinata con lo Sputnik V, che non è stato riconosciuto dal governo australiano (e tantomeno dall’organizzazione mondiale).

La notizia è arrivata direttamente dal profilo Twitter della tennista.

Sfortunatamente non potrò partecipare agli eventi degli Australian Open quest’anno. Sono molto felice del livello di tennis che ho mostrato negli ultimi mesi e desidererei giocare in Australia, ma lo Sputnik non è stato ancora riconosciuto. Buona fortuna a tutti i partecipanti e all’organizzazione degli Australian Open, fanno sempre degli eventi fantastici”.

Senza l’approvazione dello Sputnik V potrebbero essere tanti i giocatori vaccinati che non potranno prendere parte alla kermesse. Basta pensare che questo vaccino è il più utilizzato in Russia (come era prevedibile) e in Argentina.

Di seguito, l’elenco dei vaccini ammessi in Australia:

Oxford-AstraZeneca vaccine

Pfizer-BioNTech’s Comirnaty

Moderna’s Spikevax

Sinovac Biotech’s CoronaVac

Bharat Biotech’s Covaxin

Sinopharm’s BIBP Vaccine

Johnson & Johnson’s COVID-19 Vaccine.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply