spot_img
spot_img

Sinner, cambio programmazione: i dettagli e cosa può esserci dietro la sua scelta
S

Comincia a delinearsi quello che sarà il percorso di Jannik Sinner nella seconda parte di stagione 2023. È di stamattina infatti la notizia che l’azzurro ha deciso di fare un piccola modifica rispetto alla programmazione dello scorso anno: salterà un torneo in cui è campione in carica.

Sinner salta Umago, assente anche ad Amburgo

Sinner e Alcaraz a Umago
Foto Roberto Dell’Olivo

Reduce dal ritiro ai quarti di Halle, Sinner sta bene e parteciperà all’edizione 2023 del torneo di Wimbledon. Lo ha annunciato ufficialmente tramite i propri canali social. E questa di certo è una bella notizia.

Una notizia un po’ meno piacevole, per coloro che amano vederlo in campo, è che l’altoatesino ha deciso di saltare l’Atp 250 di Umago, kermesse sulla terra rossa in cui l’anno scorso si è laureato campione superando in finale Carlos Alcaraz. Il torneo croato – a cui prenderanno parte Lorenzo Sonego, Matteo Arnaldi e Marco Cecchinato – è in programma nella settimana tra il 24 e il 30 luglio, la stessa in cui andrà in scena l’Atp 500 di Amburgo. Salvo Wild Card dell’ultimo momento, Jannik riprenderà il proprio cammino dal cemento americano perché il proprio nome non è presente nemmeno nell’entry list della manifestazione tedesca.

Il possibile motivo della sua scelta

Nelle ultime settimane, in particolare dal Roland Garros in avanti, Sinner non ha giocato al meglio delle sue possibilità, come testimoniano i risultati. In molti ritengono che il suo calo di rendimento sia legato ad una condizione fisica non ottimale, teoria che ci sentiamo di condividere senza ombra di dubbio: anche prima di sentirsi pizzicare la gamba sinistra ad Halle, l’azzurro era quasi sempre apparso in debito di energie quando arrivava ad un certo punto del match. In svariati casi ha vinto semplicemente perché è forte. In altri si è dovuto arrendere senza poter fare troppo. Adesso staremo a vedere se, approfittando di qualche giorno di riposo, riuscirà a riacquisire quella brillantezza mostrata a inizio stagione.

Guardando oltre Wimbledon, la decisione di Sinner si può sicuramente leggere come la volontà di condurre una diversa marcia di avvicinamento alla parentesi dei Masters 1000 nordamericani e allo US Open. Come abbiamo recentemente sottolineato, è noto che il tennis di Jannik ben si sposa con il cemento. Con ogni probabilità, l’obiettivo dell’azzurro è quello di prepararsi al meglio per gli eventi in cui può raccogliere di più. Magari partendo dall’Atp 250 di Atlanta? Sarebbe una bella notizia, dal momento che significherebbe vederlo presto in campo (il torneo si giocherà contemporaneamente ad Umago ed Amburgo). A tal riguardo, però, non vi sono ancora indicazioni. Quel che è certo è che Sinner ha già fatto la sua scelta. I punti in ballo sono tanti, le aspettative sono altissime: meglio iniziare a (ri)prendere confidenza con l’Hard, anche se ciò significa rinunciare alla difesa di un titolo.

3 Commenti

  1. Sono d’accordo. Ma anche le 4 mummie del suo staff devono darsi da fare sostenendolo e dargli suggerimenti quano è in difficoltà. Altrimenti meglio cambiare!!!!

  2. Se ogni santo torneo deve partire a bomba per poi spegnersi arrivato ai quarti li DEVE saltare tutti e lavorare sul fisico,sulla resistenza,sulle prime di servizio e suo cambi di gioco,per non restare un incompiuto come ne abbiamo visti tanti. Però,prima,deve cambiare di nuovo lo staff o ritornare da Piatti,perchè questi sono solo dei fantocci.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Articoli correlati

spot_img