Tutti dietro a Nole (o quasi). Il pagellone di Shanghai

0

E’ stato un torneo esaltante? No, come spesso succede nel finale di stagione. Poche sorprese, molte conferme e un Novak Djokovic ingiocabile. Lo potremmo riassumere così.

Ma vediamo nel dettaglio com’è andata, con il nostro consueto pagellone.

Novak Djokovic – Voto 9
Mr. Fantastic è in una forma straordinaria! Non lascia neanche un set sul campo e tra semifinale e finale schianta i giovani Zverev e Coric perdendo solo 10 game in due partite. Vede il traguardo del primo posto nel ranking ATP e lo vuole a tutti i costi. Uno vero squalo.

Borna Coric – Voto 8
La vera sorpresa del torneo. Il tennista di Zagabria sta diventando un sicuro protagonista del tennis del futuro. Lo dimostrano la sua miglior stagione in carriera e un tennis solido, soprattutto mentalmente, che lo hanno meritatamente portato alla sua prima finale in un 1000. Inoltre, anche grazie a lui, la sua Crozia si giocherà la finale di Davis. Indipendentemente dal risultato con Nole, la prima non si scorda mai.

Roger Federer – Voto 7
Raggiunge le semifinali nonostante una forma fisica oggettivamente rivedibile lo abbia costretto a faticare sin dal primo turno. In tutto il torneo infatti lascia sul campo 4 set di cui due decisivi per l’eliminazione. Peccato non vederlo in finale contro Nole. Ora lo aspettano Basilea e Parigi, prima delle finals di Londra. Comunque Eterno.

Alexander Zverev – Voto 7
Ha giocato un ottimo torneo prima di schiantarsi contro il muro alzato da Djokovic. Prima della semifinale non aveva lasciato neanche un set mostrando un tennis maturo. Nonostante la strapotenza di Nole, poteva giocarsi meglio la semifinale. Il 6-2 6-1 non si confà ad un tennista che stabilmente e meritatamente è nel gotha del tennis. Troppo Nervoso.

Kevin Anderson – Voto 6.5
Fino al match contro Nole ha giocato bene le sue carte eliminando agevolmente Kukushkin e Tsitsipas. La partita con Djokovic è stata combattuta nel primo set ma é crollato nel Tie break. Nel secondo set non c’è stata partita. Nota di merito per lo Struzzo di Johannesburg che ha giocato una stagione al di sopra di ogni aspettativa.

Kei Nishikori – Voto 6
Il tennista giapponese gioca un torneo discreto. La Carpa Kei vince faticando un match semplice contro il cinese Wu, batte Sam Querrey ma si ferma però ai quarti contro un Roger molto sottotono, giocando una partita modesta. Resta però lontano dal suo miglior tennis.

Kyle Edmund – Voto 6
Esaltato dalla sua partecipazione alla Laver cup, arriva a giocarsi un quarto di finale a Shanghai contro Zverev. Ha avuto comunque un tabellone fin lì agevole ma lo ha superato altrettanto agevolmente. Nulla ha potuto contro il tennista tedesco, senza però sfigurare. Può sicuramente crescere, anche se sembra lontano rispetto ad altri giovani tennisti.

E infine…

Rafael Nadal – Voto 10
Non c’entra nulla con Shanghai, dove Rafa non si è visto per problemi fisici. Ma un vero campione lo si riconosce anche fuori dal campo. Nonostante l’infortunio al ginocchio lo abbia tenuto lontano dalla Cina, é riuscito, suo malgrado, a far parlare di sé. Il suo contributo all’assistenza per gli alluvionati maiorchini é più che lodevole. Vedere un pluripremiato campione come lui con la pala anziché con la racchetta, lo rende oltre che un grande atleta un grande uomo.

Vamos Rafa! Ti vogliamo in forma per il finale di stagione.

Share.

Leave A Reply