Djokovic-Nadal, la storia e i numeri di una rivalità che è già leggenda

0

Oggi a Roma, pioggia permettendo, Novak Djokovic e Rafael Nadal si fronteggeranno per la cinquantaquattresima volta (54!) in una partita ufficiale a livello professionistico. Una rivalità pazzesca, che ha fatto e (speriamo) continuerà a fare la storia del tennis mondiale. Sul centrale del Foro Italico scendono in campo 154 titoli Atp (di cui 32 del Grande Slam), 1.793 partite vinte, circa 205 milioni di prize money vinti. Cifre da capogiro.

I precedenti sono favorevoli a Nole (28-25), che ha vinto 21 degli ultimi 30 incontri dal 2011 a oggi.

La storia inizia con un ritiro, si ferma Djokovic nei quarti del Roland Garros 2006. Diventa epica nel 2009, a Madrid. Dall’inizio del suo dominio sul rosso, nessuno era mai andato così vicino come Djokovic a batterlo alla Caja Magica. Nessuno aveva mai dovuto giocare così tanto, quattro ore e due minuti, per vincere un match al meglio dei tre set. Lo stesso anno, i due si incontrano in finale anche a Roma (dove Nole aveva vinto l’anno prima) e questa volta Nadal vince in due set (7-6,6-2).

Il serbo ha vinto quattro volte sulla terra del Foro (2008, 2011, 2014, 2015), contro le ben otto volte dello spagnolo (2005, 2006, 2007, 2009, 2010, 2012, 2013, 2018).

I due stanno dominando – insieme a Roger Federer – il tennis mondiale da quasi 15 anni. Novak è nato a Belgrado il 22 maggio 1987, Rafa a Manacor, Mallora, il 3 giugno 1986. Il primo è diventato professionista nel 2003, il secondo nel 2001. L’attuale numero uno del mondo ha vinto 74 titoli in carriera (15 Slam), il numero due ne ha collezionati 80 (17 Major). Dall’anno del primo titolo di Nadal (Open di Francia del 2005) ad oggi i due hanno vinto complessivamente 32 dei 57 titoli del Grande Slam. Nole detiene il record di Australian Open vinti (7), Rafa quello relativo al Roland Garros (11!).

Sulla terra rossa si sono affrontati 23 volte e Nadal conduce 16 a 7. Quella di oggi è l’ottava volta in cui si trovano di fronte l’uno all’altro al Foro Italico. Nei sette precedenti lo spagnolo ha vinto quattro volte contro le tre del serbo.

Difficile prevedere come possa andare a finire oggi, il pronostico è aperto e molto dipenderà anche dalle condizioni meteo e dalla possibilità di giocare la partita senza interruzioni. Ma è comunque la finale più giusta. Djokovic arriva da numero uno e favorito, anche se Rafa ha giocato il suo miglior torneo dell’anno e pare più in forma. Comunque vada, sarà uno spettacolo!

Share.

Leave A Reply