Thiem ce l’ha fatta, ora l’attacco allo scettro di Nadal

0

Dominic Thiem ce l’ha fatta. Dopo l’assurda interruzione “per sole” di ieri pomeriggio (con l’austriaco avanti 3-1 al terzo, un set pari), oggi ha completato l’opera iniziata il giorno prima, riuscendo nell’impresa di eliminare il numero uno del mondo Novak Djokovic, rendendo vane le previsioni di chi si aspettava in finale l’ennesimo capitolo dell’eterna sfida tra Nole e Rada Nadal, due dei tre dominatori del tennis mondiale degli ultimi quindici anni.

Chi temeva un calo di tensione da parte dell’erede di Thomas Muster è stato smentito: Thiem ha continuato a giocare io suo tennis, commettendo pochissimi errori e sfoderando quel rovescio a una mano che è ormai diventato un must del circuito. E alla fine ha vinto in cinque combattutissimi set.

Il 25enne numero 4 del mondo si conferma così il tennista in assoluto favorito a raccogliere la pesantissima eredità dei Big Three. Per lui – che porta nello scontro diretto con Djokovic si porta sul 3 a 6, con le sue tre vittorie conquistate però nelle ultime quattro partite – si tratta di una conferma, dato che lo scorso anno aveva raggiunto qui a Parigi la finale (poi sconfitto proprio da Rafael Nadal) dopo aver vinto in semifinale contro Marco Cecchinato, autentica sorpresa del Roland Garros 2018, con l’eliminazione ai quarti proprio di Djokovic.

Ma era un altro Nole. Il serbo veniva da due anni di crisi di risultati, dovuti ad un’involuzione tecnica e mentale, oltre che ad una serie di fastidi fisici. L’edizione dello scorso anno dello Slam parigino fu però l’ultimo capitolo di quella crisi. Un mese dopo arrivò il trionfo di Wimbledon, e poi gli Slam numero 14 (a New York) e numero 15 (a Melbourne). Per questo la vittoria di Dom di oggi vale doppio.

E domani cercherà di fare la storia. La sua personale, con la prima vittoria di un Major, e quella del tennis. Già, perché davanti a lui troverà lo scoglio più difficile da superare, il Dio della terra rossa, Rafa Nadal, capace di arare 3-0 Roger Federer in semifinale e di raggiungere, per la dodicesima volta in carriera la finale degli Open di Francia.

La cosa preoccupante per Thiem è che nelle undici volte precedenti in cui Nadal ha raggiunto il traguardo, poi, ha sempre vinto. Tra i due sarà la sfida numero 13. Il bilancio parla di 8 vittorie dello spagnolo e di 4 per l’austriaco, che sulla terra diventano 6-4 per lo spagnolo. L’ultima partita tra i due, in semifinale a Barcellona, fa ben sperare Thiem, che vinse in due set. Gli occhi di tutto il mondo saranno puntati sul campo Philippe Chatrier.

Share.

Leave A Reply