Andy Murray is back. A farne le spese uno sfortunato Berrettini

0

Andy Murray prosegue la sua marcia verso il ritorno al top del tennis mondiale, anche in singolare. Dopo oltre un anno torna a battere un Top-20 e a farne le spese è il nostro Matteo Berrettini, numero 13 del mondo, che abbandona così al primo turno il torneo Atp 500 di Pechino, in cui riponeva molte speranze.

Nonostante un Murray tornato competitivo, sono molti i rimpianti per l’italiano che non è stato per niente fortunato. E’ mancata però anche la freddezza nei momenti decisivi, un fattore che è sempre risultato vincente per Matteo in questo suo straordinario 2019.

Primo set: Murray batte Berrettini 7-6 (2)

Comincia bene la partita per Matteo Berrettini, che tiene bene i suoi punti di servizio e mostra più dinamicità rispetto all’avversario. Al quinto gioco arriva il break che sembra indirizzare il set dalla parte dell’italiano. Berrettini usa bene la palla corta di dritto, sfruttando le condizioni fisiche dello scozzese che non possono essere al cento per cento.

Col passare dei minuti, però, Murray trova scioltezza e sicurezza e all’ottavo gioco il 23enne romano è costretto ad annullare una palla break per portarsi sul 5-3. Pericolo scampato? No, solo rinviato. Perché il break, complice un preoccupante passaggio a vuoto di Matteo (set point sprecato), arriva al decimo gioco. Si va così al tie-break e l’ex numero uno del mondo prende definitivamente il controllo, schiantando Berrettini 7-2.

Secondo set: Murray batte Berrettini 7-6 (7)

Anche nel secondo set Berrettini parte bene con un break immediato. Ma anche in questo set Murray rientra subito in partita, rendendo il favore nel game successivo e accorciando le distanze sul 2-1. La sensazione è che Berrettini potrebbe riprende il dominio del gioco, ma è frenato forse dalla grandezza del tennista che si trova ad affrontare. Nel sesto gioco Andy annulla addirittura quattro palle break per l’italiano, che non riesce a fare breccia.

Si arriva così al secondo tie-break, questa volta molto più combattuto del primo. E anche in questo caso i rimpianti di Berrettini si sommano a quelli già fatti vedere in precedenza. Due set point buttati alle ortiche e Murray ne approfitta. Doppio 7-6 e ottavi di finale in tasca per lo scozzese, che agli ottavi affronterà Cameron Norrie.

 

Share.

Leave A Reply