Del Potro alza bandiera bianca? Forse no…

0

Juan Martin Del Potro sta seguendo un duro percorso di recupero dopo l’ennesima infortunio della sua carriera che l’ha colpito lo scorso giugno al Queen’s di Londra. Negli ultimi giorni si è cancellato dai tornei di Stoccolma e Vienna e molto difficilmente approfitterà di una wild card per partecipare all’ultimo Masters 1000 di stagione a Parigi.

Non mi aspetto di tornare ancora in top-10 dopo tutti i problemi che ho avuto – ha detto Delpo in una recente intervista – non è per niente semplice per me pensare di ripetere un anno simile a quello passato, quando nessuno si aspettava che tornassi competitivo e invece ce l’ho fatta”.

Parole che sembrano disegnare un argentino dimesso e ormai rassegnato. Ma ormai abbiamo imparato a conoscere il Martello di Tandil e la sua incredibile capacità di affrontare i momenti più difficili che, in passato, lo hanno portato anche a considerare il ritiro dall’attività agonistica.

Se riesco a rimettermi in forma e a sentirmi in salute, posso tornare forte. Sono di un anno più vecchio, ma posso ancora giocare un buon tennis, questa è la mia motivazione. Tutto ciò che arriverà sarà benvenuto”. A dargli forza, in questi mesi, sono stati i suoi amici fraterni di Tandil, la sua città natale a cui è sempre stato legatissimo: “Sono fantastici, mi supportano sempre e comunque. Sono sempre felice quando posso passare del tempo con loro“.

Share.

Leave A Reply