venerdì, giugno 5

Ivanisevic non crede in un ritorno ai vertici di Andy Murray

1

Una voce fuori dal coro. E visto il personaggio, non potrebbe essere altrimenti. Non ci sono solo incoraggiamenti e dimostrazioni di fiducia nei confronti di Andy Murray. C’è anche, appunto, la voce di Goran Ivanisevic, che, con la sincerità e la trasparenza che lo hanno sempre contraddistinto, ha detto la sua sul futuro del 32enne scozzese nel circuito. Parole che, vista anche la posizione del croato, entrato stabilmente a far parte dello staff di Novak Djokovic, sono destinate a fare discutere.

Andy Murray può tornare a vincere uno Slam? Non vedo alcune possibilità“, ha detto chiaramente il vincitore di Wimbledon 2001, intervistato a margine di un’esibizione alla Royal Albert Hall. “Può sempre sorprendere, ma non credo proprio che possa essere in grado di vincere sette partite consecutive al meglio dei cinque set”.

Le vicissitudini fisiche del campione di Dunblane sono note a tutti. Il ricorrente infortunio all’anca dopo aver raggiunto la vetta della classifica mondiale nel 2017, il dolore che non va via, l’annuncio del ritiro dopo gli Australian Open 2019, la decisione di provare un’operazione delicatissima, l’inizio del percorso di rientro in cui ben pochi credevano. E poi ancora i primi passi in doppio, le sconfitte in singolare, la tentazione di dire ancora basta, le prime vittorie in Asia e la conquista del 250 di Anversa.

Un percorso che ha portato molto addetti ai lavori – tra cui anche tennisti come Greg Rusedski – a sostenere che un ritorno di Murray ai livelli pre-infortunio sia ancora possibile e che possa quindi tornare ad essere competitivo anche nei Major. Molti, ma non Goran Ivanisevic.


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere l’attività di Tennis Fever, metti “Mi piace” alla nostra pagina Facebook. Non ti costa nulla!

Share.

1 commento

  1. Pingback: Ivanisevic non crede in un ritorno ai vertici di Andy Murray | Gtennis Associazione Sportiva Dilettantistica

Leave A Reply