domenica, settembre 27

Atp Cup 2020, guida completa al nuovo evento del circuito. Tutto ciò che c’è da sapere

1

Venerdì 3 gennaio partirà la novità tanto attesa del circuito, l’Atp Cup, l’evento che per 10 giorni, fino al 13 gennaio, vedrà affrontarsi i migliori 24 team nazionali.

Una prima considerazione da fare, prima di addentrarci nei meandri di regolamento, formula e calendario, è legata all’opportunità di mettere in campo un evento del genere. Era davvero necessario un torneo mondiale per team a distanza di sole sei settimane dal nuovo format della Coppa Davis? Due competizioni simili, una in chiusura dell’anno, l’altra in apertura, che dimostrano quanto sia dura la battaglia in corso tra le due organizzazioni, l’ATP e la Federazione internazionale, l’ITF.

Una dicotomia che recentemente ha generato anche diverse polemiche, come quelle dell’americano Reilly Opelka, ad esempio, che ha bocciato l’Atp Cup giudicandola addirittura “patetica, imbarazzante, e pessima per il tennis”; o prese di posizione di ragionevole buon senso come quelle di Nadal e Djovkovic, i quali hanno proposto di accorpare le due competizioni. Mentre Roger Federer – sostenitore della Laver Cup – si è schierato contro la nuova Davis targata Kosmos.

Detto questo, un cosa è certa: l’evento si disputerà e lo spettacolo sarà assicurato. Ci si aspettano combattimenti agguerriti e, chissà, magari anche una bella prestazione degli azzurri. Sui quali, però, pesa l’assenza di Matteo Berrettini, che il 19 dicembre scorso ha deciso di non partecipare per un problema agli addominali. Pesa ovviamente l’assenza di Roger Federer, che ha scelto di stare più vicino alla famiglia anche per non arrivare stanco agli Australian Open. E poi ci sono i forfait dell’ultimo minuto di Kei Nishikori, per le conseguenze dell’infortunio al gomito destro dove si è operato in ottobre, e di Andy Murray, per gli ormai annosi problemi all’anca. Per il resto ci saranno tutti i grandi, 8 tennisti della Top 10 del ranking mondiale e 24 dei primi 30.

Il regolamento dell’ATP CUP

Si giocherà con la formula del round robin, con quattro gironi da sei squadre. Le Nazionali dello stesso gruppo si affronteranno in una sfida composta da due singolari e un eventuale doppio di spareggio, con partite al meglio dei tre set. E ogni team potrà convocare fino a cinque giocatori. Le vincitrici dei sei gironi e le due migliori seconde classificate si qualificheranno poi ai quarti di finale dove comincerà la fase a eliminazione diretta a partire dai quarti di finale.

Dove si giocherà?

L’evento, come detto, si terrà in Austrialia, in tre diverse città. La fase a gironi sarà ospitata a Brisbane, Perth e Sydney, durante sei giorni. Mentre gli 8 Paesi qualificati alla Final Eight si affronteranno a Sydney: i quarti di finale nell’arco di due giorni, poi semifinali e finale.

 

 I gironi dell’ATP CUP 2020

GRUPPO A (a Brisbane): Francia, Serbia, Sudafrica, Cile

GRUPPO B (a Perth): Spagna, Giappone, Georgia, Uruguay

GRUPPO C (a Sydney): Belgio, Gran Bretagna, Bulgaria, Moldavia

GRUPPO D (a Perth): Russia, Italia, USA, Norvegia

GRUPPO E (a Sydney): Austria, Argentina, Croazia, Polonia

GRUPPO F (a Brisbane): Germania, Grecia, Canada, Australia

Chi vincerà? Ecco le quote dei bookmakers

Senza dubbio il team favorito è la Spagna, che può contare sullo stato di forma di Rafael Nadal e Roberto Bautista-Agut. Tesi rafforzata anche per un primo turno sulla carta molto agevole. Tutti i bookmakers danno gli spagnoli vincenti con una quota che va da 3,50 a 4,00. In seconda posizione la temibile Russia di Medvedev, quotata tra 5,00 e 6,50. A seguire, le agenzie di scommesse vedono la Serbia di Novak Djokovic e Dusan Lajovic, classe 1990 e comunque numero 34 del ranking. 

In quarta posizione i padorni di casa, gli australiani guidati da Alex de Minaur e Nick Kyrgios, quotati a 8,00. Poi Germania e Francia, entrambe pagate 9 volte la posta scommessa. Mentre per l‘Italia, in virtù dell’assenza di Berrettini, si scende fino alla decima posizione: con una eventuale vittoria da parte degli azzurri, per ogni euro scommesso se ne ricevanno tra i 15 e i 21, a seconda dell’agenzia scelta.

Le attese per la squadra di casa

Australia prima contro la Germania (Brisbane, 3 gennaio) e dopo con la Grecia (il 7 gennaio). Sarà molto interessante vedere all’opera i padroni di casa che potranno fare la differenza con un cresciuto Alex De Minaur e un Nick Kyrgios che notoriamente ama l’atmosfera del gioco di squadra. I due troveranno il 3 gennaio un brillante Alex Zverev e la Germania, che già nel 2018 in Coppa Davis hanno avuto la meglio sui padroni di casa. Mentre il 7 gennaio gli australiani affronteranno la Grecia guidata da uno Stefanos Tsitsipas in splendida forma. Ci sarà da divertirsi.

Il difficile girone degli azzurri

Gli azzurri scenderanno in campo a Perth con Fabio Fognini e Stefano Travaglia (Matteo Berrettini è stato costretto a dare forfai per problemi fisici) e dovranno vedersela sopratutto con la Russia di Medvedev e Khachanov e gli Stati Uniti con Isner Fritz. Un compito arduo per i nostri giocatori soprattutto con un Medvedev in grande spolvero nella stagione appena conclusa (eccetto la parte finale), finalista agli US Open e attuale numero 4 del mondo.

 L’elenco dei giocatori in gara in ordine di ranking

No.CountryNo. 1 PlayerNo. 2 Player
1.SerbiaNovak DjokovicDusan Lajovic
2.SpainRafael NadalRoberto Bautista Agut
3.RussiaDaniil MedvedevKaren Khachanov
4.AustriaDominic ThiemDennis Novak
5.GermanyAlexander ZverevJan-Lennard Struff
6.GreeceStefanos TsitsipasMichail Pervolarakis
7.JapanYoshihito NishiokaYoshihito Nishioka
8.ItalyFabio FogniniStefano Travaglia
9.FranceGael MonfilsLucas Pouille
10.BelgiumDavid GoffinSteve Darcis
11.CroatiaBorna CoricMarin Cilic
12.ArgentinaDiego SchwartzmanGuido Pella
13.GeorgiaNikoloz BasilashviliAleksandre Metreveli
14.South AfricaKevin AndersonLloyd Harris
15.United StatesJohn IsnerTaylor Fritz
16.CanadaDenis ShapovalovFelix Auger-Aliassime
17.Great BritainCameron NorrieDaniel Evans
18.AustraliaAlex de MinaurNick Kyrgios
19.BulgariaGrigor DimitrovDimitar Kuzmanov
20.ChileCristian GarinNicolas Jarry
21.PolandHubert HurkaczKamil Majchrzak
22.UruguayPablo CuevasMartin Cuevas
23.MoldovaRadu AlbotAlexander Cozbinov
24.NorwayCasper RuudViktor Durasovic

 

I capitani delle 24 squadre

Tanti i nomi di rilievo per quanto riguarda i capitani. Per gli azzurri, ci sarà Simone Vagnozzi, ex allenatore di Marco Cecchinato, dopo il passo indietro di Vincenzo Santopadre legato al ritiro di Berrettini. La Bulgaria sarà guidata da Grigor Dimitrov, che avrà anche il ruolo di giocatore. Poi Boris Becker, Marat Safin e tanti altri nomi di spicco.

SERBIA – NENAD ZIMONJIC

FRANCIA – GILLES SIMON

SUDAFRICA – JEFF COETZEE

CILE – PAUL CAPDEVILLE

GERMANIA – BORIS BECKER

GRECIA – APOSTOLOS TSITSIPAS

CANADA – ADRIANO FUORIVIA

AUSTRALIA – LLEYTON HEWITT

SPAGNA – FRANCISCO ROIG

GIAPPONE – SATOSHI YABUSHI

GEORGIA – DAVID KVERNADZE

URUGUAY – FELIPE MACCIO

RUSSIA – MARAT SAFIN

ITALIA – SIMONE VAGNOZZI

NORVEGIA – CHRISTIAN RUUD

BELGIO – STEVE DARCIS

GRAN BRETAGNA – TIM HENMAN

BULGARIA – GRIGOR DIMITROV

MOLDAVIA – VLADIMIR ALBOT

AUSTRIA – THOMAS MUSTER

CROAZIA – LUKA KUTANJAC

ARGENTINA – GASTON GAUDIO

POLONIA – MARCIN MATKOWSKI

A quanto ammonta il montepremi? E quanti punti assegna la competizione?

Il prize money totale dell’evento è di 15 milioni di dollari americani. In palio ci sono anche punti validi per il ranking. In pratica un singolarista imbattuto può guadagnare fino a 750 punti, mentre un doppista può arrivare a 250. In sostanza si tratta di una via di mezzo tra un 500 e un Masters 1000.

Dove si può vedere in Tv

Il torneo sarà trasmesso in diretta tv su SuperTennis (canale 64 del digitale terrestre e 224 di Sky)

La vecchia edizione di Düsseldorf

L’ATP World Team Championship in realtà è stato un torneo tennistico ATP a squadre riservato ai giocatori. Si è svolto sulla terra battuta per 36 anni, dal 1978 al 2012, al Rochusclub di Düsseldorf in Germania. Ed era considerata la competizione maschile a squadre di maggior prestigio dopo la Coppa Davis. Ma dopo una lunga agonia provocata dalla continua defezione dei migliori, la competizione è stata cancellata nel 2012.

Il calendario completo (orari italiani)

Prima giornata, 3 gennaio

Gruppo F (Brisbane): Grecia – Canada dalle 01 // Germania vs Australia dalle 08:30

Gruppo D (Perth): USA – Norvegia dalle 03 // Russia vs Italia dalle 10:30

Gruppo C (Sydney): Belgio – Moldavia dalle 00 // Bulgaria vs Gran Bretagna dalle 07:30

Seconda giornata, 4 gennaio

Gruppo A (Brisbane): Francia – Cile dalle 01 // Serbia – Sudafrica dalle 08:30

Gruppo B (Perth): Giappone – Uruguay dalle 03 // Spagna – Georgia dalle 10:30

Gruppo E (Sydney) Argentina vs Polonia dalle 00 Austria vs Croazia dalle 07:30

Terza giornata, 5 gennaio

Gruppo F (Brisbane): Canada – Australia dalle 01 // Germania – Grecia dalle 08:30

Gruppo D (Perth): Italia – Norvegia dalle 03 // Russia – USA dalle 10:30

Gruppo C (Sydney): Belgio – Gran Bretagna dalle 00 // Bulgaria – Moldavia dalle 07:30

Quarta giornata, 6 gennaio

Gruppo A (Brisbane): Sudafrica – Cile dalle 01 // Serbia – Francia dalle 08:30

Gruppo B (Perth): Giappone – Georgia dalle 03 // Spagna – Uruguay dalle 10:30

Gruppo E (Sydney): Croazia – Polonia dalle 00 // Austria – Argentina dalle 07:30

Quinta giornata. 7 gennaio 

Gruppo F (Brisbane): Germania – Canada dalle 01 // Grecia – Australia dalle 08:30

Gruppo D (Perth): Russia – Norvegia dalle 03 // Italia – USA dalle 10:30

Gruppo C (Sydney): Gran Bretagna – Moldavia dalle 00 // Bulgaria – Belgio dalle 07:30

Sesta giornata, 8 gennaio

Gruppo A (Brisbane): Serbia – Cile dalle 01 // Francia – Sudafrica dalle 08:30

Gruppo B (Perth): Spagna – Giappone dalle 03 // Georgia – Uruguay dalle 10:30

Gruppo E (Sydney): Austria – Polonia dalle 00 // Croazia – Argentina dalle 07:30

 

IL CALENDARIO DELLA FASE FINALE

Settima giornata, 9 gennaio

Quarto 1: Vincente Gruppo C – Vincente Gruppo F dalle 00

Quarto 2: Vincente Gruppo D – Vincente Gruppo E dalle 07:30

Ottava giornata, 10 gennaio

Quarto 3: Vincente Gruppo A – squadra con punteggio più basso tra le migliori seconde dalle 00

Quarto 4: Vincente Gruppo B – squadra con punteggio più alto tra le migliori seconde dalle 07:30

Nona giornata, 11 gennaio

Semifinale 1: Vincente Quarto 2 – Vincente Quarto 3 dalle 00

Semifinale 2: Vincente Quarto 1 – Vincente Quarto 4 dalle 07:30

Decima gionrata, 12 gennaio

Finale dalle 07:30

Share.

1 commento

  1. Pingback: Atp Cup 2020, guida completa al nuovo evento del circuito. Tutto ciò che c'è da sapere | Gtennis Associazione Sportiva Dilettantistica

Leave A Reply