giovedì, settembre 24

Non solo Indian Wells, almeno altri 6 grandi tornei a rischio per il coronavirus

0

La situazione legata all’epidemia da coronavirus, che sta colpendo in questo momento in maniera drammatica l’Italia e rischia di dilagare in tutta Europa e negli Stati Uniti, potrebbe seriamente immobilizzare il calendario dei circuiti Atp e Wta.

Il primo torneo a saltare, come noto, è stato il Masters 1000 di Indian Wells, in California. Ora gli occhi sono puntati sul secondo torneo del cosiddetto Sunshine Double, il Masters 1000 di Miami, in programma dal 23 marzo a 5 aprile. Gli organizzatori garantiscono che si va avanti, ma una decisione definitiva verrà presa nei prossimi giorni.

Dopo Miami, si torna in Europa, per entrare nel vivo della stagione sulla terra rossa. Qui i grandi tornei in programma sono il Masters 1000 di Monte Carlo (11-19 aprile), l’Atp 500 di Barcellona (18-26.aprile), Masters 1000 di Madrid (1-10 maggio), Masters 1000 di Roma (4-17 maggio) e Roland Garros (24 maggio-7 giugno).

Realisticamente, sembra difficile che il programma si svolgerà così, senza variazioni o cancellazioni. Inutile dire che i tornei più a rischio sono, per ora, Monte Carlo e Barcellona, solo per il fatto che sia in Francia che in Spagna il contagio del coronavirus sembra al momento nella stessa fase che era in Italia una settimana fa, cioè in rapida evoluzione.

Anche Madrid e Roma sono comunque decisamente a rischio. La speranza, infatti, è che da qui a due mesi l’emergenza sanitaria possa essere indirizzata verso una soluzione positiva, ma difficilmente, anche se così fosse, si potrà tornare alla normalità in così poco tempo. E poi c’è la grande incognita legata al Roland Garros, il primo Slam che potrebbe essere sacrificato a causa del coronavirus.

Tutto questo, se effettivamente si arrivasse a rinvii e/o cancellazioni, avrà un impatto pesante anche sul ranking Atp.


Guida: Le migliori 10 racchette da tennis del 2020

Share.

Leave A Reply