domenica, settembre 27

Head Radical MP: recensione e scheda tecnica

0

La linea Radical della Head è una di quelle linee storiche delle racchette da tennis. La versione degli anni ’90 era utilizzata da un mito come Andre Agassi. Naturalmente da allora la linea è cambiata e la tecnologia l’ha resa una racchetta fantastica. Oggi tra i professionisti è usata dagli statunitensi Sloane Stephens e Taylor Fritz, tra gli altri.

L’ultimo aggiornamento della Head Radical MP è la Head Graphene 360 ​​Radical MP. Con la sua combinazione unica di tecnologia e ingegneria è costruita per adattarsi alle esigenze e alle preferenze individuali del versatile giocatore all-court. La versatilità è la sua caratteristica principale.

Ma grazie alla nuova tecnologia Graphene 360 la serie offre anche una maggiore stabilità e un trasferimento di energia ottimizzato con conseguente maggiore potenza e conseguentemente maggiore velocità della palla. La Head Radical Mp garantisce un “facile” accesso agli effetti, e questo è un punto a suo favore se si è amanti del cambio di ritmo.

La racchetta è progettata per giocatori con un tempismo perfetto, ed è ideale per chi ha un livello di gioco intermedio o avanzato. La sensazione più rigida, la mancanza di precisione rispetto ad alcune racchette concorrenti e la risposta instabile occasionale sono i suoi talloni d’Achille.

Scheda tecnica

  • Piatto corde: 98 pollici
  • Peso telaio a nudo: 295 g
  • Bilanciamento a nudo: 32 cm
  • Lunghezza: 68,6 cm
  • Schema corde: 16×19
  • Profilo: 20-23-21

Acquista subito la Head Radical MP


Guida – Le 10 migliori racchette da tennis del 2020

Share.

Leave A Reply