Lorenzo Sonego è poesia pura: a Vienna la prima finale in un Atp 500

0

Sinceramente, non abbiamo più parole per Lorenzo Sonego. Il 25enne torinese sta facendo vedere di gran lunga il miglior tennis della sua carriera e la sua avventura a Vienna prosegue fino all’atto finale.

Il numero 42 del mondo (che da lunedì sarà come minimo numero 32) ha eliminato in due set (6-3, 6-4) il numero uno britannico Daniel Evans, al termine di una partita giocata oggettivamente a livelli stellari. Dritto devastante, rovescio solidissimo, sicuro al servizio, preciso anche con le palle corte. Insomma, un tennis perfetto.

Contro il quale Evans, condizionato (forse) anche da un problema alla spalla sinistra che ha richiesto il ricorso ad un medical timeout, ha provato ad opporre il suo tennis molto propositivo. Ma è stato tutto inutile.

Lorenzo Sonego – che, ricordiamolo sempre, partecipa a questo torneo da lucky loser – è in completo stato di grazia. E dopo aver eliminato senza lasciare per strada neppure un set gente del calibro di Lajovic, Hurkacz, Djokovic (!) ed Evans, in finale affronterà il tennista probabilmente più in forma del momento, quell’Andrey Rublev che quest’anno è stato in grado di vincere ben quattro tornei e si è già guadagnato l’accesso alle Atp Finals per la prima volta in carriera.

Domani Lorenzo, che è il sedicesimo lucky loser della storia ad arrivare in una finale Atp e che ovviamente parte sfavorito, avrà la possibilità invece di mettere in bacheca il secondo titolo in carriera, dopo quello conquistato lo scorso anno sull’erba di Antalya.

Le 10 migliori racchette da tennis sul mercato, per tutti i livelli e le età

Share.

Leave A Reply