Super Berrettini annienta il bionico Karatsev. Solo applausi per Matteo

0

Bravissimo Matteo Berrettini. Bravissimo davvero. Il numero 10 del mondo vince un match difficilissimo contro Aslan Karatsev e ottiene a Belgrado il suo quarto torneo in carriera.

Partita di grande sofferenza e di grande concretezza per il numero uno italiano, che è riuscito ad avere la meglio in tre set del “giustiziere” di Novak Djokovic. A dispetto del primo set, vinto dall’italiano per 6-1, non è stato affatto facile. E non poteva essere altrimenti, visto il modo in cui il sorprendente 27enne moscovita aveva eliminato in semifinale il numero uno del mondo e super favorito del torneo padrone di casa.

Un match tutt’altro che semplice, dicevamo. Dopo il primo set perso nettamente, infatti, il russo ingrana e si aggiudica il secondo set. Si va al terzo e ci si gioca tutto nella frazione decisiva. Berrettini mette la testa avanti, ma viene raggiunto subito. Matteo sembra aver ripreso in mano l’inerzia del match, ma non riesce ad evitare il tie-break.

Tie-break che però si rivela letale per Karatsev, con l’italiano che se lo aggiudica addirittura con un netto 7-0 e trova il quarto sigillo in carriera.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

>>> Guida: Le migliori 10 racchette del 2021, per ogni livello ed età

Share.

Leave A Reply