Vademecum del tennista. Lo schiaffo al volo: trucchi e consigli per una corretta esecuzione

0

Si tratta di un gesto tecnico tipico d’attacco, eseguito dall’interno del campo, colpo al volo giocato effettuando un dritto o un rovescio su una palla calante. La sua esecuzione viene utilizzata maggiormente nel circuito WTA, ma nel tennis moderno sta emergendo anche nei circuiti juniores. Determinante è il gioco di gambe ed un corretto posizionamento per una efficace esecuzione del colpo, considerando che la palla in arrivo nel 90% dei casi è lenta. Lo spostamento è sempre eseguito con una base stabile e con il peso del corpo in avanti sul piede anteriore.

Scopo : Conclusione del gioco immediata.

  1. Posizione : Dall’interno del campo andando incontro alla palla solitamente medio alta e poco veloce, colpendola al volo.

  1. Impugnatura : Le impugnature utilizzate sono quelle personali.

  1. Apertura : L’apertura è quella di una preparazione di un colpo standard sia per il Diritto che per il Rovescio nell’ampiezza e nei movimenti.

Schiaffo al volo

  1. Impatto : (Topspin o Piatto). Il punto ideale per impattare si trova tra le spalle e i fianchi.

  1. Esecuzione : Impatto deciso all’altezza della spalla e davanti al corpo, imprimendo potenza ed indirizzando la palla in profondità mediante la rotazione della testa della racchetta. La stabilità e solidità del colpo dipenderanno dalla rotazione del polso e dell’avambraccio, che genereranno lo spin ed il controllo del colpo.

Schiaffo al volo

Consigli utili :

  • Evitare d’impattare la palla al di sopra delle spalle e sotto le ginocchia;
  • Crearsi il giusto spazio per il corpo che avanza verso la palla;
  • Posizionamento stabile per l’accelerazione durante l’impatto;
  • Avanzare velocemente cercando di rubare il tempo all’avversario ed attaccare.

 

TENNISTI SIMBOLI :

 

Domenico Bruno 
GPTCA International Tennis Coach

Share.

Leave A Reply