Internazionali d’Italia: ruggito Nadal, Zverev non può nulla

0

Agli Internazionali d’Italia Rafael Nadal si prende la rivincita ed elimina ai quarti di finale il tedesco Alexander Zverev. Il risultato finale è di 63 64. Lo spagnolo al prossimo turno se la vedrà con Reilly, la rivelazione del torneo.

La partita

Partita che inizia in maniera favorevole per Nadal che, in poco più di 15 minuti, si trova sul 4 a 0 e servizio. Zverev sembra spaesato e molto falloso, in completa balia dell’avversario. Nel quinto gioco, però, c’è la prima reazione del tedesco che riesce a breakkare Rafa. Il match diventa così molto duro, con vincenti da una parte e dall’altra. Nel nono game c’è la grossa opportunità per Sascha, che non riesce a sfruttare la palla per il secondo break. Nadal ne approfitta e, grazie a due errori di fila del campione di Madrid, si porta a casa il primo parziale.

Il secondo set è una vera e propria battaglia, i due giocatori si trovano in difficoltà al servizio, ma riescono sempre a respingere gli assalti del proprio avversario. Nel quinto game Rafa riesce a mettere la testa avanti e a breakkare Zverev, ma è nei tre turni di battuta successivi a fare il colpaccio. Nel sesto gioco, infatti, recupera da 15-40 e, addirittura, nel decimo annulla tre palle del controbreak prima di sigillare la vittoria finale.

Nadal è riuscito a vendicare così la sconfitta patita la scorsa settimana a Madrid. Si è visto, fin dai primi scambi, il nuovo approccio al match e la differenza di trattamento tecnico, con palle molto lavorate sul rovescio del tedesco.

Lo spagnolo in semifinale se la vedrà con Reilly Opelka, che ha battuto Federico Delbonis con il risultato di 75 76.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

>>> Guida: Le migliori 10 racchette del 2021, per ogni livello ed età

Share.

Leave A Reply