Vienna, le follie di un super Tiafoe mandano in tilt Sinner. Addio al sogno finale

0

Un epilogo francamente incredibile. Jannik Sinner si spegne contro Frances Tiafoe in semifinale a Vienna dopo essere stato ad un passo dalla vittoria e dalla finale contro Alexander Zverev. Finisce due set ad uno per l’americano, che è stato sotto 3-6, 2-5 e si ritrova a giocare la terza finale della sua carriera.

Resta un grande rammarico per Jannik, che per la prima volta non è stato padrone della situazione, condizionato evidentemente anche dalle follie di Tiafoe, che ha coinvolto il pubblico portandolo tutto dalla sua parte. Onore comunque all’americano che da metà del secondo set in avanti ha giocato un tennis siderale.

La partita. Tiafoe batte Sinner 3-6, 7-5, 6-2

All’inizio non sembra neanche il miglior Sinner, con l’americano che parte meglio e tiene bene per i primi game. Ma è solo un’illusione, perché nel corso del quinto gioco del primo set Jannik sale in cattedra, ottiene il suo primo break e chiude in scioltezza la prima frazione con un netto 6-3.

Come successo ieri con Ruud, la vittoria nel primo set sblocca definitivamente Sinner e fiacca le resistenze dell’avversario. Nonostante alcuni colpi spettacolari e non poche sceneggiate, che rendono la seconda frazione meno noiosa di quello che sarebbe potuta essere (soprattutto per il pubblico presente), l’italiano sembra poter chiudere in scioltezza.

E invece, quando si ritrova a servire per il match, arriva, inaspettato, il primo break dell’americano che riapre i giochi quando tutto sembrava perduto per lui, scatenando un pubblico ormai tutt’altro che neutrale. Tiafoe entra in stato di grazia, centra anche un altro break e si ritrova a lui, questa volta, sul 6-5 a servire per il set. L’americano non sbaglia, si va al terzo set ed è qualcosa a cui si fa fatica anche solo a credere.

E invece “Big Foe” prende inaspettatamente il controllo del match, non sbaglia più nulla al servizio e in risposta e trova le righe anche a occhi chiusi. Un andamento davvero clamoroso, davanti al quale Sinner non tiene più. Stranissima sconfitta, servirà da lezione.

In finale Tiafoe contro Zverev, che annichilisce Alcaraz

Non ci sarà la finale tra i baby fenomeni del tennis mondiale, niente scontro tra predestinati, dato che Alexander Zverev ha fatto la voce grossa contro Carlos Alcaraz, annichilito nella prima semifinale con un doppio 6-3. La finale di Vienna sarà quindi il settimo scontro diretto tra Tiafoe e il tedesco. Il bilancio, finora, è di cinque vittorie ad una per Zverev, che partirà favorito anche domani.

Ranking e Race, Sinner in piena corsa per Torino

Con la sconfitta contro Tiafoe, Sinner conferma quindi la sua nona posizione nel ranking Atp e l’ottava nella Race per Torino.

>>> Guida: Abbigliamento, attrezzatura, accessori: tutto ciò che serve per iniziare a giocare a tennis

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply