Cosa ha detto Novak Djokovic all’autorità di frontiera e durante l’udienza

0

Novak Djokovic aveva dichiarato alle autorità di frontiera all’ingresso in Australia di non essere vaccinato e di avere avuto il Covid due volte, nel giugno 2020 e lo scorso 16 dicembre, negativizzato poi il 22 dicembre. Lo riferisce il Guardian citando documenti emersi dall’udienza di Melbourne a conclusione della quale il giudice Anthony Kelly ha deciso di revocare la cancellazione del visto.

Ho avuto il covid due volte. Ho avuto il covid a giugno 2020 e ho avuto il covid di recente – sono risultato positivo al Pcr – il 16 dicembre 2021“, ha risposto Djokovic a domande specifiche, stando alla trascrizione dell’intervista con i responsabili australiani alla frontiera, pubblicata dal Guardian.

“Messo in una posizione molto scomoda”: le parole di Djokovic durante l’udienza

Sono arrivato qui a causa di questi documenti, altrimenti non mi sarebbe stato permesso di entrare“. Lo ha detto Novak Djokovic oggi nel corso dell’udienza che ha accolto il suo ricorso contro la bocciatura del visto d’ingresso in Australia, dopo aver consegnato l’esenzione di Tennis Australia ai funzionari dell’immigrazione.

Lo scrive la giornalista Karen Sweeney, che cita parte dell’udienza di oggi: “Sono stato messo in una posizione molto imbarazzante – ha proseguito il tennista serbo – dove alle quattro del mattino non potevo chiamare il direttore di Tennis Australia, non potevo interagire con nessuno del governo dello stato di Victoria attraverso Tennis Australia. Sono stato messo in una posizione molto scomoda“.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply