Roland Garros 2022, Djokovic e Alcaraz sulla strada di Nadal (ma non in finale)

0

Rafael Nadal, nonostante i problemi al piede che lo tormentano, parte come uno dei favoriti per la vittoria al Roland Garros. Ecco il possibile cammino dello spagnolo in cerca del quattordicesimo successo nello slam parigino.

Il cammino di Rafa

Rafael Nadal si presenta al Roland Garros in uno stato di forma non ottimale. Non ha vinto nessun torneo sulla terra in preparazione allo slam francese ed ha accumulato poche partite tra Madrid e Roma.

Lo spagnolo sarà, in ogni caso, il favorito in ognuna delle prime quattro partite, in attesa di un quarto di finale da sogno.

Al primo turno non dovrebbe avere alcun problema con Jordan Thompson, australiano reduce dal terzo turno della scorsa stagione.

Nel secondo turno possibile sfida vintage con Stan Wawrinka (tornato da Roma con buone sensazioni), qualora lo svizzero vincesse con il francese Corentin Moutet.

Terzo turno con possibile match con un azzurro. Fabio Fognini se la gioca con Botic Van De Zandschulp per regalarsi una partita da sogno sul Philippe Chatrier contro Rafa.

L’asticella si alza nel quarto turno, dove Nadal potrebbe affrontare uno tra Felix Auger-Aliassime (in netta crescita sulla terra rossa) e Reilly Opelka.

Ai quarti di finale, ancora una volta, potremmo assistere alla sfida delle sfide contro Novak Djokovic. I due si sono affrontati nel 2020 (vittoria Nadal in finale) e 2021(vittoria Nole in semifinale).

In semifinale lo potrebbe aspettare uno tra Carlos Alcaraz e Alexander Zverev, chiari favoriti di quella parte del tabellone.

In un’ipotetica finale, qualora vengano rispettate le teste di serie, si potrebbe presentare Stefanos Tsitsipas, uscito sconfitto all’ultimo atto nel 2021.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply