“Carlos? Con lui non finisce mai”: Musetti tra Next Gen Finals e le rivalità del futuro

0
In una recente intervista con il sito dell’Atp, Lorenzo Musetti ha voluto parlare del prossimo impegno alle Next Gen Atp Finals e delle rivalità del futuro con Carlos Alcaraz e Jannik Sinner.
 
Sto imparando tanto in ogni partita, ogni giorno nel tour. Credo che sarà così per il resto della mia carriera. Ci saranno sempre alti e bassi, ma bisogna essere forti quando va meno bene e al tempo stesso celebrare i momenti positivi. Credo che ognuno abbia il proprio processo.
 
Jannik Sinner e Carlos Alcaraz, sono già da top10, il che comporta un livello di gioco altissimo. Io non sono ancora lì, ma ci sto lavorando. Sicuramente non devi aspettare i 24 o i 25 anni, ci si può arrivare anche a 20, 21 o 22.
 
Credo che la cosa più importante sia non mettersi fretta. È necessario avere i propri obiettivi e la fame per metterci lavoro e sacrificio, fare esperienza ti permette di raccogliere tante dritte per raggiungere il top.
 
La vittoria ad Amburgo? Non è stato un periodo facile per me perché non stavo vincendo molto.
 
Dusan Lajovic era davvero in forma. Ho salvato due match point e ho lottato fino alla fine. Penso che la chiave per vincere un torneo così importante sia stata questa. Concludere la partita è stato davvero difficile perché Carlos è un lottatore e un giocatore incredibile.
 
Carlos è piuttosto famoso per le sue rimonte: è una guerra. Devi ucciderlo. Sembrava impossibile concludere la partita, non finiva mai.
 
Next Gen FInals? La scorsa stagione è stato bello. Un pubblico ed un posto perfetti.
 
I risultati non sono stati quelli sperati, ma non vedo davvero l’ora di giocare nuovamente a Milano. So che sono uno dei favoriti per passare i gironi. Alla fine, spero di essere io il campione“.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply