spot_img
spot_img

Berrettini, calvario senza fine: dubbi e certezze dell’infortunio. E sprofonda nel ranking
B

Matteo Berrettini sta vivendo un calvario senza fine. In campo, per diversi mesi, ha faticato molto, disattendendo le altissime aspettative che tutti i tifosi italiani hanno sempre riposto in lui. Allo US Open, però, la grande occasione di rifarsi, un’occasione svanita per colpa di un bruttissimo infortunio alla caviglia. Ecco quali sono i dubbi (tanti) e le certezze (poche) a meno di 24 ore dal fattaccio.

Come sta Matteo e cosa lo aspetta

Partiamo da un presupposto, Berrettini ancora deve sottoporsi alle visite mediche di rito per stabilire l’entità dell’infortunio. Non sappiamo se la caduta ha provocato una lesione ai legamenti della caviglia o un problema meno grave. Certo, l’addio dal campo in sedia a rotelle non lascia pensare a risvolti positivi.

L’ultimo campione ad uscire così, in uno slam, è stato Alexander Zverev. Sempre una bruttissima caduta, sempre la caviglia. Sono serviti più di sei mesi per rivederlo in campo, addirittura quasi un anno per trovarlo di nuovo tra i grandi del circuito.

Come e quando tornerà Matteo? Non possiamo ancora saperlo. Una delle poche cose che sembrano certe, però, sarà la sua assenza nella prima fase della Coppa Davis che si svolgerà a settembre. Anche un infortunio banale l’avrebbe messo fuori dai giochi.

Il romano potrebbe quindi dover saltare tutta l’ultima parte di stagione dove, a dire il vero, nemmeno dovrebbe difendere troppi punti (ad eccezione di quelli conquistati l’anno passato con la finale all’Atp250 di Napoli).

Stando così le cose, il finalista a Wimbledon 2021 potrebbe perdere molte posizioni in classifica ed uscire addirittura dalla top80. Virtualmente è già al numero 65 del mondo per via del risultato a New York (l’anno scorso aveva ottenuto i quarti di finale) e, qualora togliessimo i punti che scadranno in questa stagione, lo troveremo già fuori dai primi 80 giocatori del mondo.

Da quel momento, poi, bisognerà vedere come sarà il ritorno in campo, ma qui si potrebbe parlare per ore del nulla visto che ogni giocatore torna da un infortunio in maniera completamente diversa dagli altri.

Paolo Bertolucci, per commentare l’accaduto, ha deciso di usare poche parole che riassumono il tutto.

Non c’è pace per Matteo Berrettini! Incredibile”.

Berrettini, un calvario senza fine: dubbi e certezze dell’infortunio (VIDEO)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Articoli correlati

spot_img