spot_img
spot_img

Sinner è spaziale, Medvedev non può nulla: trionfo azzurro all’Atp 500 di Pechino
S

È Jannik Sinner il campione del China Open 2023, torneo Atp di categoria 500 di scena sul cemento veloce di Pechino. Reduce dai successi su Evans, Nishikori, Dimitrov ed Alcaraz, l’azzurro ha sconfitto Daniil Medvedev in finale conquistando il suo nono titolo in carriera (il decimo, considerando anche le Next Gen Finals).

Medvedev k.o, Jannik Sinner trionfa a Pechino!

atp pechino
Foto Twitter China Open

Ha impiegato poco più di due ore (2 h e 3 minuti) Sinner per laurearsi campione all’Atp 500 di Pechino: 7-6(2), 7-6(2) il punteggio al termine di una finale bella ed entusiasmante, giocata da entrambi i protagonisti con grandissima intensità. A vincere, alla fine, è stato il giocatore che più si è spinto al limiti durante tutto il confronto.

La finale

L’inizio del match è contrassegnato da una fase di studio, in cui Sinner ben si presenta sia al servizio che in risposta. Medvedev, pertanto, appena può velocizza il gioco per impedirgli di affondare. Livello già elevatissimo da parte di entrambi. E col passare dei minuti il confronto sale ulteriormente d’intensità.

Nel terzo game Jannik commette due errori in uscita dal servizio finendo sotto 0-30. Riesce però a salvarsi passando per i vantaggi, dopo aver annullato una palla break. Il russo, dal canto suo, continua ad offrire un impressionante rendimento alla battuta (15 prime su 16) e si cambia campo sul 3-3.

Nell’ottavo game, invece, Sinner va vicinissimo a cambiare le sorti del parziale, ma spreca una colossale occasione: dopo essersi guadagnato due chance di break consecutive – la prima annullata da Medvedev egregiamente -,  si costruisce alla perfezione l’opportunità per concretizzare, tuttavia, proprio quando il punto sembrava fatto, sbaglia clamorosamente uno smash mandandolo lungo. Inutile dire che, scampato il pericolo, Medvedev inanella tre punti consecutivi rimettendosi in parità.

Successivamente la battaglia prosegue a livelli che sfiorano la perfezione, non si registrano strappi e il verdetto del parziale d’apertura viene dunque affidato al tie-break. E qui non c’è storia: se lo prende l’altoatesino con un netto 7-2, approfittando delle prime defaillance del russo al servizio. Bravissimo Jannik, mai visto così costantemente aggressivo in fase offensiva.


Alla ripresa Medvedev parte tenendo il servizio a zero, Sinner non si intimorisce e gli risponde facendo altrettanto. Nel terzo game, invece, arrivano le prime palle break della frazione, in favore del nativo di San Candido. Sono tre per la precisione, ma il moscovita si salva sfoderando un bellissimo passante di dritto e una seconda da 295 km/h; in mezzo un rovescio di poco impreciso da parte di Jannik. Si resta quindi in parità. E la parità è destinata a durare ancora parecchi game, tutti quelli che dividono i due giocatori dal secondo tie-break.

Ma la sofferenza vale la pena, perché nel mini.parziale decisivo l’azzurro sale letteralmente in cattedra, imponendosi di nuovo per 7 punti a 2. Prestazione semplicemente aliena la sua! È una vittoria – la prima in carriera contro il russo – che sa di consacrazione! Lo ricordiamo, da lunedì sarà il numero 4 al mondo.

2 Commenti

  1. Wow, awesome weblog format! How lengthy have you been running a blog for?
    you make running a blog glance easy. The overall glance of
    your site is excellent, as smartly as the content material!
    You can see similar here sklep internetowy

  2. It’s really very complex in this busy life to listen news
    on TV, so I only use internet for that reason, and take the most recent information. I saw
    similar here: Sklep online

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Articoli correlati

spot_img