spot_img
spot_img

Berrettini torna a parlare: complimenti a Sinner, io ancora non al 100% (VIDEO)
B

Matteo Berrettini ha fatto parte, nella giornata di ieri, della spedizione azzurra al Quirinale per incontrare il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. L’azzurro, intercettato dai giornalisti, ha fatto i complimenti a Jannik Sinner e ammesso che non è ancora al 100%, ma è comunque pronto a tornare a giocare.

Le parole di Matteo

Berrettini, nonostante non sia mai sceso in campo a Malaga nelle fasi finali (e nemmeno nelle qualificazioni svoltasi a Bologna), è stato un tassello fondamentale del successo italiano in Coppa Davis. Il romano, infatti, è stato sempre presente in entrambe le competizioni a tifare dalle tribune i suoi compagni di nazionale. Non ha potuto alzare al cielo il trofeo con gli altri ragazzi, ma è stato comunque un membro attivo della storica spedizione. Per questo motivo anche lui, ieri, è stato accolto dal Presidente della Repubblica Mattarella in Quirinale.

Conclusasi la cerimonia, il romano è stato intercettato da alcuni cronisti e questi sono alcuni estratti di ciò che ha rivelato sul proprio rapporto con Sinner e sul suo attuale stato di forma.

Sinner? Abbiamo un bellissimo rapporto. Mi sono congratulato con lui con parole vere e oneste. Anche a Malaga abbiamo parlato molto. Siamo diversi, ma allo stesso tempo simili, entrambi abbiamo un sogno da rincorrere. Ho un bel rapporto con il suo team, Simone Vagnozzi mi ha allenato in Serie A, per cui conosco tutti e mi fa molto piacere il loro successo.

Sto meglio, non sono ancora al 100% e a breve capiremo anche con il team medico come sto e quando poter tornare con continuità a giocare sui campi senza questi stop che mi stanno tormentando corpo e mente. Lavoro con Roig? È molto interessante e ha un approccio diverso rispetto a quello che ho sempre avuto. Dopo tanti anni, è giusto avere stimoli nuovi. Il lavoro non è andato come volevamo perché non sono quasi mai riuscito a giocare. Ho, però, buone sensazioni per il futuro.

Vittoria in Australia? È come sempre un effetto molla nello sport. Quello che hanno fatto Fognini, Cecchinato perché non vanno dimenticati neanche loro, quello che ho fatto io, quello che hanno fatto gli altri ragazzi, adesso Sinner: è un momento straordinario che fa bene a tutti. A chi ci guarda, ai ragazzi che vogliono intraprendere questo sport. È un momento bellissimo. Sto vivendo il tennis come lo facevo da bambino, senza pressione ma come puro divertimento. Sto bene, ho fiducia e ci vediamo presto”.

Berrettini torna a parlare: complimenti a Sinner, io ancora non al 100% (VIDEO)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Articoli correlati

spot_img