spot_img
spot_img

Internazionali, Errani e Paolini tingono d’azzurro il Foro Italico. Passaro vince il Challenger di Torino
I

Quella di oggi è una domenica speciale per il tennis italiano, sia in campo femminile sia in campo maschile. Sara Errani e Jasmine Paolini, infatti, hanno conquistato il titolo di doppio agli Internazionali 2024 battendo al super-tirebreak il duo composto da Coco Gauff ed Erin Routliffe. Quasi in contemporanea, Francesco Passaro si è aggiudicato il Challenger di Torino superando Lorenzo Musetti in una finale tutta a marca azzurra.

Errani e Paolini trionfano al super-tiebreak!

Paolini Errani
Foto Instagram Errani

L’ultimo atto del torneo di doppio capitolino, ha visto le rappresentanti nostrane imporsi col punteggio di 6-3, 4-6, 10-8 maturato in un’ora e mezza di gioco. Particolarmente emozionante il parziale decisivo, che ha visto la coppia Tricolore risalire da un pesante 1-4 con doppio mini-break. Per Paolini si tratta del primo successo sulla terra rossa romana. Per Errani, invece, si tratta del secondo sigillo, dopo quello del 2012 in squadra con Roberta Vinci.

Grazie a tale affermazione, Sarita e Jasmine fanno un importante passo avanti verso le Wta Finals di fine anno. Al momento, infatti, figurano al quinto posto della Race to Rihad con un margine di vantaggio di oltre 400 punti sulla coppia ottava classificata e quasi 600 sulla nona.

Challenger Torino, Passaro continua a volare

Francesco Passaro
Foto Instagram Passaro

Domenica all’insegna dei colori azzurri anche al Circolo della Stampa di Torino, dove questa settimana si è svolto un torneo Challenger di categoria 175. Come vi raccontavamo in apertura, ad aggiudicarsi la finale de torneo cadetto è stato Francesco Passaro, giustiziere di Lorenzo Musetti con un 6-3, 7-5 maturato in 1 h e 40 di gioco.

Continua, dunque, il momento positivo per il classe 2001 perugino, che – dopo aver raggiunto il terzo turno a Roma partendo dalle qualificazioni – ha messo in bacheca il suo secondo trofeo Challenger, il primo di questo 2024. Da domani sarà il numero 133 al mondo, facendo un registrare un clamoroso +107 figlio anche dell’exploit nella Capitale. Per Musetti, invece si tratta della seconda sconfitta consecutiva in finale in un torneo Challenger, dopo quella incassata a Cagliari contro Mariano Navone.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Articoli correlati

spot_img