Roma si tinge di rosso. Guida agli Internazionali 2019

1

Al via il grande tennis del Foro Italico. Iniziano i 7 giorni in cui la capitale si tingerà di rosso (color terra). Rosso, che a volte sarà color fuoco, come quello che vedremo nelle battaglie dei campioni che partecipano (praticamente tutti dopo l’adesione di Federer). E perché no, rosso anche come la speranza che la passione italiana per il Tennis possa crescere grazie a un prestigioso torneo come questo.

Tennis fever lo seguirà per (e con) voi, analizzando le più importanti partite (con instant comment alla fine degli incontri più rilevanti) e raccontandovi le singole giornate attraverso brevi sintesi serali. Vi proporremo video dei colpi più affascinanti e rocamboleschi. E non mancheremo di evidenziare alcune curiosità.

Il prestigioso torneo che inizia oggi sarà molto importante per diversi aspetti. Innanzitutto per testare la maturità dei nextgen, alcuni dei quali in grandissima forma (vedi il greco Tsisipas). Contemporaneamente, però, servirà a un altro test – diametralmente opposto – ovvero comprendere meglio lo stato di forma in cui si trova la vecchia guardia. 

Come Rafael Nadal, ad esempio, che ultimamente inizia a dare segni di cedimento (nervoso e non più incisivo nei momenti delicati come ci ha abituato negli anni). Il maiorchino dice convintamente di essere in uno stato di forma, eppure continua a non andare oltre la semifinale. E così dopo Montecarlo contro Fognini, è stata la volta di Madrid contro Tsisipas, in un incontro, quest’ultimo, che ha evidenziato la forte contrapposizione che c’è tra le due generazioni. Un dualismo che caratterizza ormai il tennis di oggi e che porterà sicuramente tanto spettacolo e intensità anche a Roma (e forse anche qualche colpo di scena).

L’altro aspetto da sottolineare è il ritorno a Roma di Roger Federer. Sarà importante capire se il campione svizzero è ancora in grado di dire la sua sulla terra, anche per capire se sarà davvero pronto per affrontare Parigi.

L’esame degli italiani

Fari puntati ovviamente sugli azzurri, che potrebbero sorprendere con qualche risultato. Su tutti il nostro Fogna, smanioso di cavalcare il momento felice che sta vivendo dopo la vittoria di Montecarlo. Comunque vada, da domani raggiungerà il gradino successivo alla top ten mondiale e giocare in casa potrebbe stimolarlo ancora di più. Per lui, che lo scorso anno a Roma ha raggiunto i quarti (stoppato da Nadal), ci sarà l’esordio (oggi) contro il francese numero 93 Jo-Wilfried Tsonga.

L’altro azzurro nel seeding, Marco Cecchinato, 16esima testa di serie, è stato sorteggiato al primo turno contro il Next Gen australiano Alex De Minaur, numero 27 Atp. Andrea Seppi, invece (sceso al numero 67 del ranking) affronterà lo spagnolo Bautista Agut, numero 21.

Parlando invece di nextgen, questa volta italiani, c’è davvero molta curiosità il 23enne romano Matteo Berettini, che sta dimostrando una maturità e una solidità incredibili dopo aver trionfato a Budapest e aver raggiunto la finale di Monaco (persa probabilmente per aver giocato la semifinale nella stessa giornata). Berettini oggi affronta per la prima volta il francese Lucas Pouille, numero 28 Atp.

Da osservare con attenzione anche Andrea Basso e Jannik Sinner, che hanno conquistato le wild card grazie alle pre-qualificazioni. Basso (numero 419) affronterà il croato Marin Cilic, numero 11. L’altoatesino diciassettenne Sinner (ora numero 262) sfiderà invece lo statunitense Steve Johnson, numero 59 Atp. Attenzione alle sorprese.

Gli ottavi e i quarti di finale sulla carta

Se volessimo fare il gioco delle previsioni nel quale vanno avanti tutte le teste di serie, tabellone alla mano, nella giornata di giovedì verrebbero fuori degli ottavi di tutto rispetto. Con due italiani, Fognini contro il talentuoso e in formissima Tsisipas; e Cecchinato (testa di serie 16) che si andrebbe a scontrare contro il muro Djokovic.

Sempre giovedì, seguendo il seeding, il tabellone potrebbe tirar fuori un interessante NishikoriCilic (finirebbe senz’altro al terzo set). Mentre uno scontro ZverevMonfils servirebbe soprattutto a testare lo stato di forma del tedesco, che ultimamente sta attraversando una fase piuttosto negativa. I primi due della classifica, Federer e Nadal, continuerebbero invece a scaldare le loro braccia contro i numeri 13 e 14 del circuito, Coric e Basilashvili.

E se volessimo continuare con il gioco in cui vince sempre quello che si trova più avanti in classifica, arriveremmo a quarti di finale del genere:

  • Djokovic (1) – Del Potro (7)
  • Zverev (4) – Nishikori (6)
  • Tsisipas (8) – Federer (3)
  • Thiem (5) – Nadal (2)

—>>> Qui il tabellone completo <<<—

Il programma e alcune curiosità
Grande partecipazione

Ci si aspetta una grande partecipazione di pubblico alla luce dei tanti biglietti venduti, al punto che la Federazione Italiana Tennis, nei giorni scorsi, ha voluto esprimere la propria soddisfazione per l’incremento delle presenze.

Torneo maschile
  • Il tabellone di singolare è composto da 56 giocatori di cui: 8 bye, 44 ammessi direttamente in base all’Atp Ranking, 4 wild card, 7 provenienti dalle qualificazioni, 1 special exempt.
  • Il tabellone di doppio è composto da 24 coppie di cui: 8 bye, 22 ammesse direttamente, 2 wild card.
Torneo femminile
  • Il tabellone di singolare è composto da 56 giocatrici di cui: 8 bye, 43 ammesse direttamente in base al Wta Ranking, 3 wild card, 8 provenienti dalle qualificazioni, 2 gold/silver exempt.
  • Il tabellone di doppio è composto da 28 coppie: 4 bye, 25 ammesse direttamente, 3 wild card.
Orari di gioco
  • Da domenica 12 a venerdì 17 maggio le partite dei tabelloni principali (gli incontri maschili cominciano domenica 12, quelli femminili lunedì 14 maggio) iniziano alle ore 11 sul Campo Centrale, alle ore 11 alla Next Gen Arena, allo Stadio Nicola Pietrangeli e su tutti gli altri campi secondari (sessione pomeridiana). Alle ore 19.30 solo sul Campo Centrale (sessione serale).
  • Sabato 18 maggio semifinali: semifinali femminili alle ore 12; prima semifinale maschile non prima delle ore 16; seconda semifinale maschile alle ore 20.
  • Domenica 19 maggio finali: finale femminile alle ore 13; finale maschile non prima delle ore 16.
  • Le finali si giocano al meglio dei tre set.
A quanto ammonta il montepremi?

Il montepremi totale è di 4.872.105 euro euro per gli uomini (935.385 al solo vincitore). Il finalista si dovrà ‘accontentare’ di 458.640 euro, mentre un 1° turno a Roma vale 17.350 euro.

Come seguire gli Internazionali

l torneo maschile sarà trasmesso in diretta esclusiva su Sky Sport (Sky Sport 1 e Sky Sport Arena) e in streaming tramite l’App Sky Go. Sarà invece possibile seguire il torneo femminile su Super Tennis (canale 64 del digitale terrestre e www.supertennis.it).

Share.

1 commento

  1. Pingback: Roma si tinge di rosso. Guida agli Internazionali 2019 | Gtennis Associazione Sportiva Dilettantistica

Leave A Reply