Il ritorno dei Big Four? “Perché no…”

0

Andy Murray ci crede. L’ex numero uno del mondo pensa di potersi riprendere un posto nel gotha del tennis mondiale, nonostante l’età non più giovanissima e i problemi fisici che sembravano averne determinato la fine anticipata della carriera.

Lo scozzese sta portando avanti il suo percorso di recupero, cominciato con il doppio (vinto) al Queen’s con Feliciano Lopez e proseguito con Wimbledon, sempre in doppio (anche nel misto con Serena Williams).

In un’intervista al Times, il due volte vincitore dei Championships ha ricordato “quando stessi male ad inizio anno agli Australian Open e quanto stessi male lo scorso anno qui a Wimbledon. E ora invece mi sento molto meglio. Se fisicamente riesco a tornare a buoni livelli, sono convinto che il mio tennis sia ancora al livello degli altri.

In questa edizione del Major inglese, sono più i giocatori maggiori di 30 anni ad aver raggiunto il quarto turno rispetto ai più giovani e Murray crede fermamente che la possibilità di andare a ricomporre i Big Four (insieme a Federer, Nadal e Djokovic) sia più viva che mai.

“I ragazzi sono sempre gli stessi, non mi sembra che il gioco si sia evoluto particolarmente e quindi perché non pensare in grande? Se qualcuno pensa che io non sia in grado di tornare a competere a certi livelli, me lo dica, ma al momento non ne ho ancora sentiti di convincenti”.

Una data per il ritorno in campo in singolare ancora non c’è, a dispetto di chi dice che abbia già deciso di tornare agli Us Open di quest’anno dal 26 agosto all’8 settembre. “Vado avanti giorno dopo giorno, quando sarà il momento giusto lo saprete tutti”.

Share.

Leave A Reply