I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi

3

Dal 1877 al 1968, ossia prima dell’inizio dell’era Open, i tornei del Grande Slam sono stati vinti solo da giocatori americani, inglesi o australiani. Dal 1968 in poi a trionfare sono stati tennisti appartenenti a 20 nazionalità diverse.

Vincere un torneo dello Slam è il coronamento di un’intera carriera per qualsiasi giocatore che si avvicina al tennis. E solo in pochissimi sono riusciti a farla diventare un’abitudine. Sono 13, in particolare, i giocatori che hanno portato a casa almeno 8 tornei Major. Li elenchiamo qui, stilando quella che potrebbe essere considerata una classifica dei migliori giocatori di tennis di tutti i tempi.

#13 Andre Agassi

Considerato universalmente il tennista con la miglior risposta al servizio che il gioco abbia mai visto, Andre Agassi ha dominato la scena tra gli anni ’90 e i primi anni 2000, insieme al suo amico-rivale Pete Sampras.

E’ stato il primo tennista ad ottenere il ‘Career Super Slam’, come scrive Sports Illustrated Magazine, che comprende i 4 tornei dello Slam, l’oro olimpico e le ATP Finals.

Ha conquistato 8 Major, di cui 4 Australian Open.

#12 Fred Perry

Forse non tutti sanno che Fred Perry, oltre che a essere una leggenda del tennis, è stato anche un ottimo giocatori di ping-pong. E’ stato uno dei più grandi sportivi britannici di tutti i tempi, capace di trionfare tre volte a Wimbledon negli anni ’30.

Anche per lui le vittorie nei tornei dello Slam sono state 8. A 26 anni è stato il primo uomo a vincere tutti i tornei Major, con il trionfo a Parigi nel 1935. Dal 1936 al 2013, è stato l’unico tennista del Regno Unito a vincere a Wimbledon.

#11 Ken Rosewall

La particolarità di KR è quella di essere stato sia il più giovane che il più anziano vincitore dell’Australian Open, la prima volta nel 1953 a 19 anni, l’ultima nel 1972 a 38 anni.

Anche per lui 8 vittorie in singolare, oltre che 11 vittorie in doppio. Con il team australiano, infine, ha conquistato ben 4 Davis Cup.

#10 Ivan Lendl

E’ l’unico tennista della storia ad avere un record di vittorie superiore al 90% per ben cinque differenti anni. Ha vinto 94 titoli Atp, tra cui 8 tornei del Grande Slam. Ha raggiunto per la prima volta la prima posizione del ranking nel febbraio del 1983, pur non avendo vinto neppure un Major fino a quel momento.

Non è mai riuscito nell’impresa di trionfare a Wimbledon, andandoci molto vicino nel 1986 e nel 1987, sconfitto in finale da Boris Becker e Pat Cash.

#9 Jimmy Connors

Il suo record di 109 titoli Atp messi in bacheca resta imbattuto. E’ stato cinque volte numero 1 al mondo, 160 settimane consecutive tra il 1974 e il 1977. E’ uno dei sei giocatori capace di conquistare la vetta del mondo sia prima che dopo i 30 anni.

Ha conquistato 8 tornei dei Grande Slam, di cui ben 5 volte a New York (altro record). E’ stato inserito nel 1998 nella International Tennis Hall of Fame.

#8 Bill Tilden

“Big Bill” è stato il primo tennista americano a vincere a Wimbledon. Ha vinto ben 10 titoli dello Slam (7 volte a New York e 3 Championships). E’ stato anche il primo a raggiungere per 10 volte la fine a Londra, record infranto da Roger Federer nel 2011.

E’ stato numero uno del mondo per sei anni consecutivi tra il 1920 e il 1925, record battuto da Pete Sampras ben 73 anni dopo, nel 1998. Nel 1924 Bill Tilden non ha perso un solo match in singolare durante tutto l’anno.

#7 Bjorn Borg

“Ice-Man” ha vinto il suo primo torneo del Grande Slam nel 1974, a Parigi, quando era ancora un teenager. La sua rivalità con John McEnroe, con le loro personalità agli antipodi, è nota in tutto il mondo, non solo tra gli appassionati di tennis.

Nella sua breve carriera (si è ritirato alla giovane età di 26 anni) è riuscito a vincere 11 tornei Major (6 Roland-Garros, 5 Wimbledon). Sono in molti a credere che se avesse continuato, almeno fino a 30 anni, oggi sarebbe al livello dei Big Three che hanno polverizzato tutti i record di chi li ha preceduti.

#6 Rod Laver

Da molti considerato il vero GOAT (Greatest of all time) per due motivi: ha conquistato 11 titoli nei tornei del Grande Slam e rimane l’unico ad aver completato due ‘Calendar Slam’, uno a sette anni di distanza dall’altro. Per cinque di questi sette anni non ha potuto prendere parte agli Slam, come forma di penalizzazione per aver deciso di diventare professionista. Non è difficile immaginare che, senza questa assenza forzata, sarebbe potuto arrivare oltre i 20 Slam.

#5 Roy Emerson

Roy Emerson è l’unico tennista ad aver vinto tutti e 4 i tornei dello Slam sia in singolare che in doppio. Appartiene a lui un record pazzesco: 10 vittorie consecutive nelle finali Major a cui ha preso parte.

Ha vinto 12 tornei del Grande Slam, tutti negli anni ’60: 5 Australian Open, 2 Roland-Garros, 2 Wimbledon e 2 Us Open.

#4 Pete Sampras

Ci avviciniamo al podio. Pete Sampras è considerato uno dei più grandi interpreti di sempre del serve and volley e ha vinto ben 14 tornei dei Grande Slam tra il 1990 e il 2002. “Pistol Pete” è stato numero 1 del mondo per un totale di 286 settimane, incluso il pazzesco record di sei anni consecutivi tra il 1993 e il 1998.

Ha vinto 2 volte a Melbourne, 7 volte a Wimbledon e 5 volte a New York. Non è mai riuscito a vincere sulla terra rossa di Parigi.

#3 Novak Djokovic

Benché non abbia mai raggiunto le fanbase di Federer e Nadal, è ora che anche Nole venga coinvolto nell’eterno dibattito sul GOAT. Ha vinto il suo primo Slam nel 2008 in Australia e dal 2011 ha inanellato una serie impressionante di trionfi, arrivando a superare stabilmente sia Roger che Rafa nel ranking Atp.

Dopo due anni di crisi dovuti a un rognoso infortunio e ad una temporanea perdita di fiducia, è tornato sui suoi livelli da metà 2018 ed ha raggiunto Sampras a quota 16 Major vinti.

E’ l’unico uomo ad aver vinto tutti i tornei dello Slam, le Atp Finals e tutti i 9 tornei Atp Master 1000.

#2 Rafael Nadal

Sicuramente il miglior giocatore sulla terra rossa della storia di questo sport. 57 titoli in carriera su questa superficie, 12 Roland-Garros, il record assoluto per un tennista in una singola competizione dello Slam, che ha perso solo due volte in 15 anni.

Fisico permettendo, ha davanti a sé ancora 2-3 anni di carriera ad alti livelli e l’obiettivo è quello di raggiungere i 20 successi in tornei Major. Al momento “è fermo” a 19.

#1 Roger Federer

Lo svizzero si è fatto conoscere per la vittoria nel 2001 contro Pete Sampras a Wimbledon nei quarti di finale. Ma nessuno avrebbe potuto immaginare che proprio lui avrebbe eclissato il record dell’americano di 7 vittorie ai Championships. Eppure è successo, nel 2017, quando ha conquistato il suo ottavo titolo sull’erba inglese.

La prima vittoria avvenne nel 2003, all’età di 21 anni. Il suo match con Nadal a Wimbledon, nel 2008, è considerato da molti addetti ai lavori e tifosi la partita più grande di sempre.

Con 20 titoli Slam vinti ha fatto la storia di questo sport. E c’è chi crede che il record possa essere ancora migliorato nel prossimo futuro, nonostante l’età ormai avanzata.

Share.

3 commenti

  1. credo che a fine carriera Nole avrà piu’ slam di tutti in bacheca e la risposta di chi è stato il piu’ grande sarà automatica.prima della crisi conseguente al suo infortunio batteva regolarmente sia nadal “eccetto la terra”sia federer. e adesso ha ripreso a farlo.

    • quando nole batterà i record degli altri due, non si parlerà più di goat, diventerà noioso. ahahahah

Leave A Reply