giovedì, luglio 2

Australian Open al via, quanto vale il primo Slam della stagione?

0

Dopo l’Atp Cup che ha visto il ritorno dei grandi del tennis sui campi, l’Australian Open è il primo grande torneo della stagione. Un torneo che oltre all’importanza della storia, dei punti assegnati e dei premi messi in palio, sarà uno specchio dello stato di forma dei principali protagonisti del tennis mondiale.
Dopo delle qualificazioni difficili, a causa degli incendi che stanno flagellando l’Australia, inizierà lunedì 20 il torneo che per 2 settimane vedrà i migliori tennisti del mondo confrontarsi a Melbourne.

Il montepremi dell’Australian Open

Fa registrare un aumento del 13,6% rispetto al 2019 il montepremi del primo Slam dell’anno. La cifra che sarà distribuita agli atleti in base ai risultati sarà di 71 milioni di dollari australiani, pari a 44 milioni di euro. Una cifra che ha raggiunto il montepremi di Wimbledon 2019, sorpassato di poco quello del Roland Garros, mentre è di circa 7 milioni di euro inferiore al montepremi degli Us Open. Probabilmente i tre tornei rilanceranno in questa stagione, mantenendo gli Australian Open il torneo più “povero” tra gli Slam.

Come succede da qualche anno i premi saranno gli stessi per uomini e donne. Entrare in tabellone porterà nelle tasche dei 256 tennisti (128 uomini e 128 donne) 90.000 dollari australiani. Dal primo turno i premi cresceranno fino ai   4.120.000 dollari australiani per i vincitori dei tornei, con i finalisti perdenti che si “accontenteranno” di 2.065.000. Cifre che giustificano l’attenzione e la voglia di partecipare a questo importante torneo.

Minori i premi per i tornei di doppio, dove l’ingresso in tabellone vale 25.000 dollari australiani e la vittoria finale 760.000.

I favoriti

Nel torneo femminile gli occhi sono puntati sulla numero 1 del mondo e padrona di casa Ashleigh Barty. Da 42 anni un’australiana (mentre l’ultimo successo in quello maschile è datato 1976) non vince il torneo. I bookmakers danno come favorita l’ex numero 1 del mondo Serena Williams, seguita dalla giapponese Osaka e proprio dalla Barty. Come negli ultimi anni non c’è una dominatrice, quindi il pronostico è molto incerto.

Discorso diverso per il torneo maschile. Il favorito d’obbligo è Novak Djokovic, visto in grande forma nell’Atp Cup. Non si possono escludere dal pronostico il numero 1 Atp Rafa Nadal, anche se sembra indietro di condizione e il veloce non è il suo terreno di caccia preferito, e l’infinito Roger Federer. Anche la Next generation vuol dire la sua, su tutti Stefanos Tsitsipas e Daniil Medvedev.

Gli italiani

Nessuna speranza azzurra nel tabellone femminile. Dopo il ritiro di Pennetta, Schiavone, Vinci e la squalifica con conseguente calo di Sara Errani, non è stata trovata un’erede di livello. Oggi la numero uno azzurra è Jasmine Paolini che attualmente occupa la posizione numero 96 della classifica Wta, seguita alla posizione numero 102 da Camila Giorgi.

Qualche speranza in più nel torneo maschile. Matteo Berrettini è la punta di diamante della consistente spedizione azzurra. Lo dimostra la semifinale conquistata dal numero 8 al mondo agli scorsi Us Open. Il terreno gli è congeniale, ma è difficile pensare che possa arrivare in fondo.

Altra punta di diamante è fabio Fognini. Dal tennista ligure ci si può aspettare di tutto, dalle grandi imprese ai clamorosi tonfi. Ma l’attenzione sarà sul giovane Yannick Sinner. Dopo il 2019 che lo ha lanciato a grandi livelli c’è attesa per verificare i suoi progressi. Per arrivare al top probabilmente bisognerà attendere ancora una stagione.

Dove vedere gli Australian Open

Le partite saranno trasmesse da Eurosport, che coprirà interamente il torneo. I canali sono visibili sulla piattaforma Sky, su Dazn o online attraverso Eurosport player.

Share.

Leave A Reply