Il Fondo per i tennisti in difficoltà? Berrettini come Thiem

0

Dopo Dominic Thiem e Guido Pella anche Matteo Berrettini solleva dei dubbi sull’idea del Fondo di solidarietà per i tennisti in difficoltà, ideato da Novak Djokovic. Il numero 8 del mondo fa riferimento, più o meno, alle stesse motivazioni addotte dall’austriaco: “Preferisco aiutare economicamente chi ne ha più bisogno in questo momento, come le tante famiglie in difficoltà o le strutture sanitarie”.

L’idea di Djokovic, subito appoggiata dalla maggior parte dei top player tra cui Roger Federer e Rafael Nadal, è quella di istituire un Fondo (che ha già raccolto una bella somma) per aiutare tutti quei tennisti che a causa dello stop forzato del circuito per l’emergenza coronavirus, stanno sostanzialmente perdendo la loro fonte di sostentamento, ossia i tornei.

“L’idea è sana e giusta – spiega Berrettini – ma l’abbiamo scritto a Novak: in questo momento sento il dovere di dedicare le mie risorse a chi è più in difficoltà”. Esattamente le stesse cose dette da Thiem, che provocarono la dura reazione, tra gli altri, di Nick Kyrgios.

Berrettini prosegue gli allenamenti in Florida, con un piccolo infortunio

Berrettini, intanto, prosegue i suoi allenamenti in Florida, dove ha passato tutto il periodo del lockdown, senza mai smettere di praticare. In questi giorni avrebbe dovuto anche prendere parte ad un torneo, una delle prime occasione per vedere un po’ di tennis da più di due mesi a questa parte, lUTR Pro Match Series a West Palm Beach, ma ha dovuto dare forfait per un risentimento alla caviglia.

“Qui siamo stati fortunati perché in Florida il virus è arrivato in misura molto inferiore che a New York, per esempio. Quanto all’infortunio, niente di grave. E’ sicuramente il momento migliore per un piccolo infortunio”, ironizza.


Guida: Le 10 migliori racchette da tennis del 2020

Share.

Leave A Reply