Bellissima vittoria di Jannik Sinner, che battaglia con Simon!

0

Si sapeva che non sarebbe stato un match facile e infatti non lo è stato per nulla. Ma alla fine, dopo una battaglia straordinaria contro Gilles Simon, Jannik Sinner vince in tre set e vola in semifinale nel torneo Atp 250 di Colonia. Un altro passo avanti eccezionale nel processo di crescita dell’italiano, che è stato bravissimo a reggere, soprattutto mentalmente, e trovare la soluzione giusta per vincere contro un avversario che sembrava infallibile. 

Nel primo set Jannik domina l’avversario. Le sue combinazioni fatte di colpi strettissimi e poderose accelerazioni, soprattutto di rovescio, non danno scampo all’avversario, nonostante già si intuisca già che Simon venderà carissima la pelle. Finisce 6-3 per Sinner, ma l’idea di un Jannik in controllo del match verrà presto brutalmente cancellata. 

Sì perché nel secondo set il francese sale letteralmente in cattedra, imbrigliando il 19enne altoatesino dal punto di vista tattico e non sbagliando praticamente più nulla. La seconda frazione si trasforma così in un’agonia per Sinner, che cede di schianto: è un 6-0 senza appello che porta l’inerzia del match tutta dalla parte del nativo di Nizza. 

Il terzo e decisivo set si apre subito con un altro break per Simon, che porta a otto il numero di giochi consecutivi vinti. Sinner è però bravo finalmente a riaccendere la lampadina e rientrare in partita, portandosi addirittura avanti 5-3. E’ una battaglia di nervi e Simon comincia a mostrare segnali di sbandamento. La qualità del gioco di Jannik cresce vertiginosamente.

Il 35enne francese, però, è un osso durissimo e non molla niente. Ogni punto dell’italiano è reso difficilissimo dalla ardua resistenza eretta dal francese, che è un muro. Alla fine, però, Jannik trova la chiave per portare a casa il match (6-3, 0-6, 6-4), centrare la seconda semifinale in carriera e fare un altro passo avanti nel suo repentino processo di crescita

Le 10 migliori racchette da tennis per cominciare (per bambini, ragazzi e adulti)

 
Share.

Leave A Reply