Antalya al via, urna felice per Berrettini e Fognini. Gli accoppiamenti degli altri italiani

0

Dopo tanta attesa, ecco finalmente la ripresa del circuito Atp. Sarà un mese di gennaio molto particolare, condizionato dall’obbligo di quarantena di quindici giorni a cui saranno sottoposti tutti i giocatori al loto arrivo in Australia nella seconda metà del mese e quindi molto avaro di tornei, ma gli occhi degli appassionati italiani sono puntati soprattutto sul torneo Atp 250 di Antalya.

Nonostante il forfait di alcuni nostri alfieri – tra cui Jannik Sinner – la presenza azzurra in Turchia sarà folta. A partire dalla testa di serie numero uno del torneo, Matteo Berrrettini. Il numero 10 del mondo, pronto a ripartire dopo un’annata molto difficile, ha pescato al primo al primo turno la wild card Ergi Kirkin, numero 446 del mondo. Il giovane turco non sembra nelle condizioni di poter impensierire il 24enne romano. Il turno successivo, probabilmente contro Laslo Djere, sarà già decisamente più impegnativo.

Nella stessa parte del tabellone c’è Fabio Fognini, testa di serie numero 3. Anche per il ligure si tratta di un nuovo inizio, dopo un 2020 complicatissimo. Al primo turno se la vedrà contro un qualificato e se dovesse passare gli toccherebbe il vincitore del match tra Jeremy Chardy e il moldavo Radu Albot, clienti tutt’altro che scontati. Sempre nella parte alta del tabellone, Salvatore Caruso, fresco di best ranking, se la vedrà con il kazako Alexander Bublik, testa di serie numero 8.

Scorrendo il tabellone, nella parte bassa, abbiamo altri due italiani: il numero 267 Andrea Arnaboldi ha le sue chance contro Nikoloz Basilashvili, che dalla ripresa post-lockdown non ha mai vinto una partita. Complicato l’impegno di Stefano Travaglia contro la testa di serie numero 7 Miomir Kecmanovic.

Atp Antalya, il problema della copertura tv

Curiosamente il torneo non avrà una copertura televisiva. Il problema è logistico, legato all’ubicazione dei campi, la cui posizione non garantisce un’adeguata qualità delle immagini audio-video. Fino all’ultimo si spera che un’emittente locale turca possa ovviare ai problemi tecnici e garantire un segnale internazionale.


Guida: Le migliori 10 racchette sul mercato nel 2021

Share.

Leave A Reply