Bautista bestia nera di Medvedev. Sarà lui a sfidare Sinner in semifinale a Miami

0

Tre sfide dirette in carriera e tre vittorie: Roberto Bautista Agut si conferma nel ruolo di “bestia nera” di Daniil Medvedev, batte (nettamente) il russo nel secondo quarto di finale al Masters 1000 di Miami e vola in semifinale, dove ad attenderlo c’è già Jannik Sinner, vittorioso contro Bublik nel primo quarto di finale.

Una vittoria, quello dello spagnolo (l’unico over-30 rimasto in tabellone tra gli otto che sono arrivati ai quarti di finale), impreziosita dal risultato finale: un netto 6-4, 6-2 in cui non ha lasciato scampo all’avversario: la chiave del match? Sicuramente i pochissimi errori commessi dallo spagnolo, regolarista doc, a fronte dei tanti commessi da Medvedev.

Un dato su tutti spiega l’andamento del match: con la seconda di servizio, il russo ha ottenuto la miseria del 33% dei punti, lo spagnolo più del doppio, con il 76%. E in un serata in cui neppure la prima ha funzionato alla perfezione per Daniil, ecco spiegato il tonfo tanto inaspettato quanto rumoroso. “Lui è il numero due del mondo – ha sottolineato a fine match Bautista – sono davvero orgoglioso di come ho giocato oggi“.

E in semifinale, come detto, sarà la volta di Jannik Sinner. I due si sono già affrontati a Dubai due settimane fa e ad imporsi fu l’italiano 6-4, 3-6, 7-5. “Fu un match molto duro e molto tirato. Lui sta giocando benissimo, sarà uno dei migliori del mondo. Dovrò fare un’altra partita perfetta per vincere”.


Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

>>> Guida: Le migliori 10 racchette del 2021, per ogni livello ed età

Share.

Leave A Reply