“You are not a human”. Il complimento di Bublik a Sinner è già un diventato epico

0

Jannik Sinner si avvicina alla rete, dopo aver battuto Alexander Bublik in due set, 7-6, 6-4, in un match decisamente complicato. Un match in cui il 19enne altoatesino è riuscito a domare il “cavallo pazzo” kazako, dando fondo a tutte le sue riserve tecniche e mentali.

E così, quando arriva il momento del saluto finale, Jannik dice al suo avversario: “You are not a human“, non sei umano. In tutta risposta, il 23enne nato e cresciuto in Russia ribatte, a favore di telecamera e di microfono: “No, sei tu che non sei umano. Hai 15 anni e giochi così?! Davvero un ottimo lavoro, complimenti”.

Una frase che è già diventata leggenda, visto che sui social ha cominciato a rimbalzare insistentemente appena terminato il match grazie al quale Sinner si è qualificato per la semifinale del Masters 1000 di Miami. E chissà che, avanti di questo passo, non ricorderemo questa frase e questa serata come l’inizio di una grandissima storia di tennis e di sport.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

>>> Guida: Le migliori 10 racchette del 2021, per ogni livello ed età

Share.

Leave A Reply