“Don’t fear the opportunity”. Tsitsipas, il predestinato alla ricerca del trionfo pesante

0

Quando Stefanos Tsitsipas vedeva la prima luce, nell’agosto del 1998, campioni del calibro di Agassi, Chang, Petr Korda e Rios si dividevano la scena del tennis mondiale. I giovani Roger Federer, Lleyton Hewitt, Juan Carlos Ferrero e Tommy Robredo facevano i propri esordi, mentre qualche anno dopo sarebbe toccato a Rafa Nadal e Novak Djokovic.

Quel bambino nato ad Atene comincerà a muovere i primi passi ammirando le loro gesta.

STEFANOS TSITSIPAS, IL PREDESTINATO

Inizia a frequentare l’ambiente a tre anni, quando il padre Apostolos, insegnante professionista di tennis, lo porta con sé alle lezioni dei suoi allievi. A sei anni svolge i primi allenamenti al Tennis Club Glyfada e coltiva quel sogno di diventare come il suo idolo, Roger Federer. La scelta di trasformare il tennis in una professione arriva all’età di dodici anni, durante un summer camp di due settimane in Francia. Stefanos chiese al padre di poter partecipare alla competizione. L’allora piccolo tennista si qualificò anche per il Master che si sarebbe giocato tra i migliori otto giovani ragazzi e lo vinse.

Un segno del destino piuttosto netto.

Da allora di tempo ne è passato. E Tsitsipas ha dimostrato di essere un predestinato, diventando uno dei talenti più puri che abbiano mai calcato un campo di tennis.

L’ESORDIO

Nel 2013 l’esordio da professionista, togliendosi ottime soddisfazioni nel circuito Itf. Mentre i challenger saranno soltanto un palcoscenico di passaggio. In ATP perde le sue prime otto partite. Poi la svolta. La prima volta di Stefanos Tsitsipas in un Masters 1000, il 9 ottobre 2017. Questa data coincide con la sua prima vittoria alle fasi finali di un torneo ATP e su un top-100: Karen Khachanov. Da quel momento, il greco ha scalato il ranking fino ad arrivare ad essere il quinto tennista al mondo. Quattordici le finali disputate, sei delle quali vinte. Due le più importanti, che lo hanno consacrato come ‘Maestro’ sia delle next gen sia in assoluto.

IL 2021 – STEFANOS TSITISPAS ALLA RICERCA DI MASTERS (E SLAM)

Nel 2021, il classe‘98, ha raggiunto le semifinali agli Australian Open e a Rotterdam, la finale ad Acapulco, e i quarti a Miami. L’inizio di stagione del greco può considerarsi molto positivo, tuttavia non si può non sottolineare una nota stonata: un titolo manca ormai da più di un anno. L’ultima vittoria di un torneo, infatti, risale al 23 febbraio 2020, all’Open di Marsiglia (2) sul cemento, quando sconfisse Félix Auger-Aliassime, 6–3, 6–4.

Inoltre, il 2021 sarà l’anno in cui dovrà provare ad agguantare una gioia che, finora, gli è sempre sfuggita: il trionfo in un Master 1000. Nelle due occasioni in cui si è trovato ad un passo dal trofeo, a Toronto e Madrid, ci hanno pensato i soliti Nadal e Djokovic a scacciare via i suoi sogni. Ad oggi la vittoria di un major rappresenta uno dei primi obiettivi del talento ellenico.

LE PROSSIME POSSIBILITÀ

I Rolex Masters di Montecarlo rappresentano una ghiotta opportunità per il quasi ventitreenne, che sulla terra rossa ha sempre dimostrato di saperci fare. Roma è uno scenario che, allo stesso modo, potrebbe ispirarlo. Madrid pure. Poi sarà la volta del Roland Garros, appuntamento in cui Tsitsipas lo scorso anno ha centrato le semifinali. Sarà la volta buona?

Queste le parole del greco riguardo i prossimi impegni:

“Mi sono allenato molto bene in questi giorni sulla terra e mi sento bene, il mio corpo è in gran forma. Da quando lavoro per questa superficie sto lavorando soprattutto alla mia condizione atletica, bisogna essere al 100 % se si vuole lottare per cose davvero importante. Non avere tifosi nell’impianto significa che i tennisti possono muoversi di più, ma a dire il vero ci mancano molto i tifosi e non vedo l’ora che possono tornare. Obiettivi? Il mio obiettivo è partecipare alle Finals di Torino a fine anno, sto cercando di fare più punti possibili e scalare la classifica. Il Roland Garros mi evoca bei ricordi visto lo scorso anno, adoro giocare a Parigi e spero di ripetere questi buoni risultati, non vedo l’ora di affrontare i migliori atleti del circuito”.

IL MESSAGGIO DI SPERANZA

«Don’t wait for opportunity, create it».

“Non aspettare l’opportunità, creala!” è il messaggio che Tsitsipas spesso lancia sui social, ripetendo anche a sé stesso che “tutto” è solo una questione di tempo per chi continua a provarci.

E Stefanos non sembra proprio uno che si arrenda troppo facilmente…


Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

>>> Guida: Le 10 migliori scarpe da tennis, per uomo, donna e bambini

Share.

Leave A Reply