spot_img
spot_img

Barcellona, Sinner non lascia scampo a Bautista. Ora un quarto di finale da sogno
B

Dopo Dubai e Miami, ecco Barcellona. A 19 anni Jannik Sinner è già diventato la “bestia nera” di un vero e proprio totem del circuito come lo spagnolo Roberto Bautista Agut. A differenza delle prime due volte, però, questa volta bastano due set.

Una prima frazione estremamente altalenante e spettacolare, con due break per parte, e la conclusione con un tie-break altrettanto combattuto, terminato 11-9, in cui l’italiano ha annullato ben tre set point allo spagnolo. Un esito che evidentemente ha condizionato il secondo set, terminato invece con un netto 6-2 per Sinner.

Ancora una volta si è visto sul campo tutto il potenziale del giovane altoatesino, diventato in pochi mesi una vera e propria certezza del circuito. Bautista Agut ha reso la vita difficilissima a Jannik – come ha fatto con quasi tutti gli avversari per tutta la sua carriera – ma il numero 19 del mondo è riuscito a trovare le soluzioni giuste nel momento giusto. E questo segna il solco tra un bravo giocatore e un campione.

Ed ora, ai quarti di finale, sarà big match contro il numero 8 del mondo Andrey Rublev, uno dei giocatori più in forma del momento, finalista a Montecarlo. Sulla carta il favorito è lui, ma con un Jannik così, mai dire mai…

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

>>> Guida: Le migliori 10 racchette del 2021, per ogni livello ed età

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Articoli correlati

spot_img