Sognare non costa nulla: quali chance per gli italiani a Wimbledon?

0

Mancano ormai pochi giorni all’inizio di Wimbledon 2021! Dal 28 giugno all’11 luglio, infatti, sull’erba dell’All England Tennis Club andrà in scena il torneo più antico e celebre di questo sport. Per quel che riguarda il movimento italiano, dopo il trionfo di Matteo Berrettini al Queen’s, le aspettative sono davvero alte! Anche perché quest’anno ci saranno almeno dieci tennisti azzurri ai nastri di partenza, con discrete possibilità di compiere l’impresa.

Quindi andiamo a scoprire ognuno dei rappresentanti nostrani quante chance ha di alzare al cielo il prestigioso trofeo.

BERRETTINI, SINNER, MUSETTI E SONEGO: LE PUNTE DI DIAMANTE AZZURRE PRONTE A GRAFFIARE

Per Berrettini (numero 9 Atp) sarà la terza presenza sul prato inglese. Matteo, negli ultimi mesi, ha ritrovato un’eccellente forma fisica e può contare sull’entusiasmo delle recenti ottime prestazioni. Con la vittoria al Queen’s il venticinquenne romano ha mandato un segnale forte a Federer, Djokovic e agli altri pretendenti al titolo. Dunque, Berrettini se la giocherà con i grandi su una superficie che, nel corso del tempo, lo sta consacrando nell’olimpo del tennis. Probabilmente, tra gli azzurri, è il più pronto a compiere un exploit in terra britannica.

Leggermente diversa è la situazione di Sinner (n.23). Per Jannik si tratterà dell’esordio nel main draw di questa competizione (sconfitto nelle qualificazioni nel 2019). L’altoatesino ha poca esperienza sul verde, come si è evinto anche dalla sconfitta al primo turno del Queen’s contro Draper, tuttavia può sicuramente fare molta strada e c’è gran curiosità di vederlo all’opera: il quasi ventenne è un predestinato e può farci saltare sul divano.

Per Musetti (n.61) il discorso è simile. Lorenzo calcherà l’erba per la prima volta in assoluto a livello pro (oltre le 4 apparizioni a Wimbledon Juniores). Muso sarà chiamato a confermare quanto mostrato sulla terra rossa. Le due ore alla pari con Djokovic al Roland Garros promettono bene. La missione è complicata ma non impossibile. Chissà che non riesca ad incorniciare un vero e proprio capolavoro.

Per Sonego (n.26), semifinalista degli Internazionali d’Italia, sarà la terza partecipazione in questa manifestazione. Dopo le sfortunate parentesi di Parma, Parigi e Londra, il torinese sarà guidato da un gran sentimento di rivalsa, forte anche delle ultime ottime prestazioni di Eastbourne. Può essere la mina vagante del torneo, come ha già dimostrato in diverse occasioni.

FOGNINI, SEPPI E CECCHINATO: I “VECCHI LUPI” ALLA RICERCA DI UNA PREDA SOSTANZIOSA

Fognini (n.29) e Seppi (n.91), i due vecchi lupi del tennis italiano, parteciperanno a Wimbledon rispettivamente per la dodicesima e la sedicesima volta. Entrambi appaiono essere sul viale del tramonto ma ci sono alcuni aspetti, da non sottovalutare, che spingono verso un cauto ottimismo. Il ligure sembra che ormai sia intenzionato a regalare esclusivamente grandi ed intese avventure nei tornei più prestigiosi. Quale occasione migliore di questa per mettere a segno un coup de théâtre? Andreas, invece, è un autentico specialista di tale superficie: 1 titolo e 3 finali in carriera. A 37 anni, il tennista di Bolzano, è ancora alla ricerca di emozioni forti e sull’erba non ha mai deluso.

Poi, c’è Marco Cecchinato (n.86), colui che fece sognare l’Italia al Roland Garros 2018. Check sa già come scrivere una storia da film. Sarà capace di essere attore protagonista anche sul verde?

MAGER, TRAVAGLIA E CARUSO: GLI OUTSIDER

Per Mager (n.82) sarà l’esordio assoluto a Londra. Il suo tennis non risulta troppo congeniale all’erba, ma le sue attuali condizioni fisiche lasciano ben sperare sulle possibilità di vederlo andare abbastanza avanti. Travaglia (n.88 alla terza apparizione) e Caruso (n.97 e alla seconda partecipazione), come il sanremese, sono giocatori che possono dire la loro su qualsiasi palcoscenico. Le seconde linee azzurre potrebbero essere gli outsider della competizione.

SOGNARE NON COSTA NULLA: LA GRIGLIA DEI FAVORITI A WIMBLEDON SECONDO I BOOKMAKERS

Nonostante possa sembrare difficile portare la coppa in Italia, sognare non costa nulla! Certo, i favoriti sono altri ma i nostri ragazzi, come detto, si presenteranno allo Slam londinese con il coltello fra i denti. L’assenza di Nadal ha di certo spalancato le porte a Novak Djokovic per la conquista anche di Wimbledon ma alla stessa maniera ha acceso la gara su chi possa essere il principale antagonista del serbo nella corsa al titolo. Al momento i bookmakers ci dicono che dietro il favoritissimo tennista serbo (la cui quota come prossimo vincitore del terzo Slam della stagione è proposta ovunque sotto 2 volte la posta) c’è un bel solco prima di trovare un avversario degno di nota. Infatti, dietro di lui troviamo la coppia formata da Medvedev e Tsitsipas, entrambi quotati fra 8 e 9 volte la posta. Ancora più indietro Federer che non si presenterà certo all’appuntamento con Championships in uno stato di forma ottimale. Dall’elvetico in poi si trovano solo quote in doppia cifra con Berrettini primo degli italiani la cui ipotesi di trionfo sull’erba inglese è proposta dalle agenzie di scommesse a una media di 15. Puntare sull’atleta romano potrebbe rappresentare un azzardo, non tanto per la qualità del fresco vincitore del Queen’s quanto più che altro per la condizione di Djokovic che al momento sembra imbattibile. Ma siamo sicuri che oltre alla speranza di vedere trionfare Matteo a Wimbledon ci sia più di qualcuno che crede fermamente in questa possibilità e che voglia misurarsi con i bookmakers magari approfittando dei bonus scommesse senza deposito disponibili sulle piattaforme online. D’altronde, come detto, sognare non costa nulla!

DOVE VEDERE WIMBLEDON 2021 IN TV E STREAMING

Sky avrà l’esclusiva su Wimbledon fino all’anno 2022. In accordo con Sky, Super tennis trasmetterà una partita per ogni giorno del torneo. Sarà, inoltre, possibile vedere i match in streaming sulla piattaforma di Sky go.

Share.

Leave A Reply