Camila Giorgi, una settimana particolare

0

Era scritto nel destino di Camila Giorgi. Con questa vittoria incredibile contro Karolina Pliskova, diventa la seconda tennista italiana della storia a vincere un Wta 1000 dopo Flavia Pennetta nel 2014, la prima in assoluto a trionfare in Canada.

Una settimana fantastica, in cui si è compiuta una metamorfosi difficile anche solo da pensare fino a poche settimane fa. E invece, a 29 anni, Camila ha centrato la vittoria più importante della sua carriera, un vero e proprio capolavoro. Dopo le buone prove delle Olimpiadi, la Giorgi alla Rogers Cup ha sconfitto Mertens, Podoroska, Kvitova, Gauff, Pegula e, infine, la numero quattro del mondo Karolina Pliskova, battuta per ben due volte nel giro di tre settimane.

La partita è andata come doveva andare, con Giorgi che non ha fallito l’appuntamento con la storia. In quel 6-3, 7-5 la sensazione è che tutto fosse in qualche modo scritto e Pliskova giocasse semplicemente il ruolo della comprimaria, anche al di là delle circostanze tecniche e tattiche.

Le lacrime trattenute a fatica nel corso dell’intervista finale in lingua francese mostrano quanto Camila stesse aspettando questo momento da anni, al di là delle polemiche, delle ironie e dei giudizi sbagliati. A tutti quelli che l’hanno sempre considerata una meteora o poco più, la Giorgi ha risposto con questo successo straordinario.

Quella di Camila è una vittoria che insegna tanto a molti di noi: crederci, sempre. Mai smettere di inseguire i propri sogni. Contro tutto e contro tutti. Grazie, numero uno italiana.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply