Incontenibile Sinner, agganciato il record di Djokovic

0

Con il successo di ieri all’Atp250 di Anversa, Jannik Sinner ha conquistato il suo quinto titolo in carriera: agganciato il record di Novak Djokovic. Dopo quasi 15 anni, l’altoatesino è il primo ventenne a conquistare cinque titoli. Nessuno ci riusciva dal 2007.

Il record di Sinner

Jannik Sinner ha letteralmente demolito Diego Schwartzman nella finale di Anversa (62 62 il risultato finale) e si è portato a casa il titolo. Dallo scorso novembre, quando Jannik alzava per la prima volta un trofeo Atp al cielo a Sofia, è il quinto successo su sei finali giocate. L’unica sconfitta è arrivata a Miami per mano di Hubert Hurkacz.

Grazie ai successi su Filip Krajinovic e Gaël Monfils a Sofia e su Lloyd Harrys e Diego Schwartzman ad Anversa, Jannik ha fatto doppietta nei tornei indoor sul cemento. Si tratta sicuramente di una delle sue superfici preferite, visto il successo dell’anno precedente a Sofia e i due trofei a Melbourne 1 e Washington (sempre cemento, ma all’aperto).

Sinner è sicuramente uno dei ragazzi della Next Gen più interessanti e da oggi occupa l’undicesima posizione mondiale (suo best ranking), appena fuori dalla top10 e più vivo che mai nella Race to Turin per un posto alle Finals.

Grazie ai cinque successi conquistati in un anno, Sinner ha raggiunto il record appartenuto a Novak Djokovic. Il serbo, nella stagione 2007 (a soli 19 anni) ha conquistato cinque trofei, diventando il più giovane di sempre a riuscirci in appena un anno. Quattordici anni dopo è stata la volta del nostro ragazzo, che ci è riuscito a poco più di 20 anni.

Sinner tenterà di trionfare anche al prossimo torneo a cui prenderà parte, l’Atp500 di Sofia. Esordirà contro il gigante americano Reilly Opelka.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply