Anversa, Vienna, Torino: le parole di Sinner dopo il quinto sigillo personale

0

Jannik Sinner conquista ad Anversa il quarto titolo della sua straordinaria stagione (quinto in carriera) dominando la finale con Diego Schwartzman (62 62).

“Mi sentivo bene dall’inizio e ho provato a spingere la palla contro un avversario solido come Diego e penso di esserci riuscito abbastanza. Sono davvero felice per questo successo. Oggi è andato tutto bene ed ho espresso un ottimo tennis contro un avversario complicato come Diego.

Non direi che ero proprio ingiocabile, ma mi sentivo bene in campo. Mi muovevo bene e ho servito alla grande. Penso di aver giocato bene per tutto il torneo. Negli ultimi giorni, dopo aver ottenuto il break, sono sempre riuscito a tenere il servizio. Posso essere orgoglioso del mio livello.

Domani andiamo a Vienna, saranno condizioni diverse. Quest’anno non è stato facile confermarsi per due settimane di fila. Per esempio ho vinto a Washington, ma poi ho perso a Toronto. Sto facendo sì che ciò non accada. Adesso voglio godermi il momento e poi riposarmi.

Ogni torneo è diverso: mi piace giocare indoor e oggi ho provato a spingere. Era fondamentale contro un giocatore come Diego che si muove bene e sbaglia poco. Ciò che ho imparato da questo torneo è l’essere consistente, fare la cosa giusta al momento giusto. Vediamo cosa accadrà nelle prossime settimane.

Ovviamente ci penso alle Finals e mi piacerebbe qualificarmi. Ogni giocatore sente la pressione, ma quando scendi in campo devi concentrarti esclusivamente sul match. Solo così è possibile non pensarci”.

>>> Guida: Le 10 migliori scarpe per giocare a tennis, per uomo, donna e bambini

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply