Tiafoe, una vittoria regolare ma drogata. Brutta pagina per il tennis

19

Il corsivo di Mario Lavia

Una vittoria è una vittoria, certo. A Vienna, in un catino davvero poco “asburgico”, l’americano Frances Tiafoe ha sconfitto il nostro Jannik Sinner perché ha avuto un’ora di grande tennis dentro un’ora di buffonerie, strafottenze, guasconate.

Noi che abbiamo visto le tante stranezze di un genio come Ilie Nastase, il divino McEnroe, e milioni di intemperanze di tanti campioni, racchette rotte, palline scagliate in tribuna, insulti al giudice di sedia, mai avevamo visto un show da circo equestre come quello di Tiafoe.

Distrutto da Jannik nel primo set e in quasi tutto il secondo, l’americano ha cominciato a giocare un tennis super-spettacolare esaltandosi e accendendo il pubblico austriaco. Tutto regolare, intendiamoci. Ma nello sport, e nel tennis, ci sono regole non scritte che vanno osservate scrupolosamente: prima tra tutte, quella di non stuzzicare il pubblico come si fa nelle corride, battendo il “cinque” agli spettatori delle prime file, urlando ad ogni punto suo e gasandosi per i (pochi) errori di Jannik, un ragazzo di 20 anni che si comporta come un signore adulto.

Non sapremo mai se senza le sue buffonate Tiafoe avrebbe vinto oppure no. Sappiamo però che si tratta di una vittoria formalmente regolare ma sostanzialmente drogata. Un brutto esempio per i giovani, una brutta pagina per il tennis mondiale.

>>> Guida: Le 10 migliori scarpe per giocare a tennis, per uomo, donna e bambini

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

19 commenti

  1. Mamma mia che palo nel posteriore. Ha vinto, ha fatto divertire il pubblico, e va benissimo così. Se uno urla, spacca racchette e insulta il giudice va bene, mentre chi si esalta e rende il pubblico partecipe no? Gli italiani dovrebbero imparare a rosicare un tantinello meno, che dei successi dei nostri atleti in tasca non ve ne viene niente. Sinner è giovane e fortissimo, e il suo futuro è luminoso a prescindere dalla sconfitta, bella e divertente, con tiafoe.

    • Non si tratta di “rosicare”ma di essere obiettivi….il tennis ha delle regole e non si possono infrangere, senza incorrere in penalità .Infatti se rompi una racchetta o insulti il giudice ti becchi un avviso e poi un punto e se continui anche un gioco di penalità.Sul 3/0 40 pari secondo set ,Francis è andato in tribuna a scherzare con il pubblico…sul 5/2 ha minacciato di tirare la racchetta a Sinner…poi si è sdraiato per terra…ma l’arbitro dove era?Non ha fatto rispettare non solo i tempi tra un punto ed un altro ma sopratutto l’avversario.Sinner si è deconcentrato e non ha messo dentro più neanche una prima nel secondo set…Divertente ma per una esibizione ma loro sono professionisti non clown…

      • Secondo me piuttosto che prendervela con Tiafoe, c’è un arbitro che nn ha fatto rispettare i tempi tra un punto e l’altro, al primo warning ne sarebbe seguito un altro e Tiafoe avrebbe rispettato i tempi sicuramente.
        Poi che nn possa coinvolgere il pubblico dare il 5 e fare show mi dovreste cortesemente dire dove c’è scritto e qualora ci fosse scritto nel regolamento anche in questo caso chiedete all’arbitro.
        Tiafoe si è semplicemente rifiutato di perdere un match è stato semplicemente straordinario e personaggi come lui dovrebbe essere protetti ed esaltati, nn è stata una pagina di brutto tennis mondiale magari ce ne fossero di partite così poco soporifere e nn è stato neanche un brutto esempio per i giovani visto che ha lottato e c’ha creduto fino all’ultimo ed ha cercato soluzioni diverse

  2. che tristezza non accettare una sconfitta, se vinciamo noi italiani è un continuo vantarsi, altrimenti addio mondo… squallida italianità, ha perso punto

    • Carissimo Signore, se c’è qualcosa di squallido sono sicuro che è Lei. Da una partita quasi vinta, ad una esibizione ” circense”, con la complicità di un arbitro xenofobo. Taci, faresti una figura migliore. 👎👎🤡🇮🇹🇮🇹

  3. Mi dispiace ma quello che fai in campo non c’entra niente con il tennis non avresti mai vinto quella semifinale se non cominciai a fare il clown

    • Quando l’inglese il serbo e via elencando si gasano e incitano il pubblico è tutto ok? Sopratutto il serbo che gli tifano sempre contro quando sfida il pubblico in modo plateale è tutto ok? Sarà che questo ha battuto un italiano e per di più è nero?

  4. Ma chi ha scritto un articolo simile???? Ma non ce un direttore che controlla? Sembra scritto da un parente di sinner per quanto imbarazzante. Brutta pagina per il tennis mondiale???? Ma per favore? Solo perché ha interagito con il pubblico??? Brutta pagina sarebbe stato se avesse bestemmiato, picchiato, rotto le racchette. Non questo. Ma cambiasse mestiere l articolista

  5. Sinner non ha avuto la freddezza di vincerla, può succedere ha 20 anni e ancora poca esperienza, accettiamo la sconfitta

  6. Veramente ragazzi?avete scritto questo articolo?
    Non accettare una sconfitta in una partita così bella è davvero penoso!se fosse stato al contrario avreste scritto che vittoria mozzafiato o altre cose…va bene essere italiani ma nello sport la bandiera bisogna metterla da parte ed essere obbiettivi!
    E lasciando lo sport anche voi giornalisti dovreste essere molto più obbiettivi!

    • Antonio Caruso on

      Sono semplicemente disgustato da questi commenti a favore di TIafoe e contro quel povero Jannik la cui unica “colpa’ è stata la sua giovane inesperienza ed essere CORRETTISSIMO e non un fenomeno da baraccone. Senza lo spettacolo disgustoso Sinner la vince 1000 volte quella partita. A tutti io chiedo: ma siamo italiani o americani? VERGOGNATEVI!!!!!

  7. Tiafoe ha giocato la sua partita SINNER si è fatto travolgere indice che deve maturare a livello anche mentale molto probabilmente è mancato l’arbitro ma visto quello che fa Nole e altri Tiafoe è stato un biscottino. Comunque forza Sinner sei sulla strada buona

    • Mühlethaler Andrea on

      Che cattivi perdenti….se penso alla davis coll italia casalinga, a roma con giocatori avversari agl italiani fischiati per niente, a Fognini e il suo fare, a Musetti ritiratosi con Djoko…..ecc Farei subito Tiafoe santo

  8. condivido a pieno, Tiafoe ha prevalso in quella partita, nel tennis non vince solo il gioco ma anche la mentalità.
    Poi che scusa è dire che coinvolgeva il pubblico? Non è sempre stato così nel tennis?
    Faccio qualche nome: Kyrgios, Nadal, Federer, Djokovic…continuo?

  9. Il Tennis mi piace perché mantiene vivo lo spirito del Fair play…il rispetto dell’avversario…non sempre purtroppo e non tutti, anche in passato!

  10. Concordo su tutto…io mi sono divertito a guardare il match
    E poi diciamo che secondo me Sinner fa sempre la stessa cosa.. Intendiamoci fortissimo e prossimo n. 1, ma non varia un cappero, più spettacolare il tennis di Tiafoe.

  11. Antonio Caruso on

    Mamma io sono veramente disgustato da questi attcommenti pro TIafoe e contro quel povero Sinner. È vero che Jannik si è lasciato travolgere perché ancora giovane e senza molta esperienza ancora ma Jannik (lo chiamo per nome perché è il nostro idolo ed il nostro eroe): Jannik senza quei vergognosi e disgustosi spettacoli avrebbe dominato letteralmente TIafoe come lo stava dominando. Se TIafoe vuole fare lo showman andasse in TV o se vuole fare l’attore andasse al cinema o addirittura il pagliaccio andasse al circo. È soprattutto bisogna rispettare l’avversario e il fatto che non ci siano regole scritte (che andrebbero scritte perché una partita di tennis è semplicemente tennis e non una buffonata) ed effettivamente il giudice avrebbe dovuto tenerlo a freno. È SEMPLICEMENTE UNA VERGOGNA per cui FORZA sempre SINNER e abbasso le buffonate. Jannik la parte buona, onesta e corretta è sempre con te.

Leave A Reply