Australian Open, i possibili percorsi di Sinner e Berrettini. Cosa cambia con l’esclusione di Djokovic

0

Mancano poche ore all’inizio dell’Australian Open, il primo Slam stagionale che andrà in scena sul cemento di Melbourne. Presenti 10 azzurri nel tabellone principale maschile, tra cui Matteo Berrettini e Jannik Sinner.

AO, il possibile cammino di Berrettini: fuori Djokovic, Matteo ‘vede’ la semifinale?

In virtù dell’esclusione di Novak Djokovic (sostituito da Salvatore Caruso), Berrettini vede aprirsi scenari interessanti per quanto riguarda il raggiungimento delle fasi finali del torneo.

Primo e secondo turno –  Il quasi ventiseienne romano sfiderà al primo turno Brandon Nakashima, statunitense classe 2001, 68esima forza della classifica mondiale. Non dovrebbe essere un avversario troppo ostico per la punta di diamante del tennis azzurro. Se Matteo, come previsto, batterà il suo giovane avversario affronterà al secondo turno uno tra Stefan Kozlov (WC) e Jiri Vesely, rispettivamente numero 168 e 79 del ranking. Ovviamente, anche in questo caso, Berrettini partirebbe con più di un piede avanti nel confronto a prescindere dall’avversario.

Terzo turno – Al terzo turno, dunque, inizierebbe la fase impegnativa per il numero uno italiano, il quale dovrebbe vedersela con uno tra Carlos Alcaraz, Alejandro Tabilo, Marton Fucsovics e Dusan Lajovic. Inutile dire che l’enfant terrible spagnolo rappresenta lo spauracchio più grande. Occhio, però, anche all’ungherese e al serbo, entrambi giocatori che rendono la vita complicata a chi è dall’altra parte della rete. Avrebbe del clamoroso, invece, se fosse Tabilo ad approdare al terzo turno.

Quarto turno – Se Berrettini dovesse riuscire a conquistare il quarto turno, ovvero gli ottavi di finale, possibile derby con Fabio Fognini. Anche se appare molto più probabile che Matteo possa trovarsi di fronte Cameron Norrie, Sebastian Korda o Pablo Carreno Busta.

Quarti – Per quanto riguarda i quarti, ancora possibile derby azzurro, stavolta con Lorenzo Sonego. Altri avversari: Salvatore Caruso, Miomir Kecmanovic, Michail Kukushkin, Tommy Paul, Oscar Otte, Tseng, Sam Querrey, Gael Monfils, Federico Coria, Aleksandr Bublik, Ernesto Escobedo, Federico Delbonis, Pedro Martinez, Facundo Bagnis e Christian Garin.

Semifinale – Un’ipotetica semifinale il romano potrebbe giocarla con Alexander Zverev, Hubert Hurkacz, Denis Shapovalov, Aslan Karatsev, Karen Khachanov o Rafael Nadal.

Finale – Considerata l’assenza di Djokovic, il favorito numero uno per la vittoria del torneo è Daniil Medvedev. Ed è proprio il russo che Matteo Berrettini potrebbe trovarsi al cospetto in finale. Poi c’è uno scenario da sogno che sveleremo più giù…

AO, il possibile cammino di Sinner e quello scenario da sogno

Cammino travagliato ma non proibitivo per Sinner in quel di Melbourne.

Primo e secondo turno – L’altoatesino esordirà agli Australian Open 2022 contro il qualificato Joao Sousa, portoghese ampiamente fuori dalla top100 ATP. Jannik dovrebbe riuscire a superare l’ostacolo abbastanza facilmente. Se così sarà, affronterà uno tra Steve Johnson e Jordan Thompson, rispettivamente 84esima e 73esima forza della classifica mondiale: entrambi avversari non semplicissimi da battere ma alla portata del numero due azzurro.

Terzo turno –  Sinner, ai sedicesimi, se la vedrebbe probabilmente con uno tra Nikoloz Basilashvili ed Andy Murray. In ambedue i casi, sarebbe già un primo scoglio per Jannik. Difficile immaginare che Daniel Taro o Marcelo Barrios Vera possano creare problemi allo georgiano o al britannico.

Quarto turno – Se tutto dovesse andare come ci auguriamo, due possibili derby nostrani: Sinner potrebbe incrociare Andreas Seppi o Lorenzo Musetti. Tuttavia, è molto più concreta l’ipotesi che possa trovarsi di fronte il temibile norvegese Casper Ruud.

Quarti – Per quanto riguarda i quarti di finale, l’ombra più grande che aleggia sul cammino di Sinner è quella di Stefanos Tsitsipas. Altri avversari: Roberto Bautista Agut, Stefano Travaglia, Philipp Kohlschreiber, Marco Cecchinato, Frances Tiafoe, Marco Trungelliti, Maximilian Marterer, Taylor Fritz, Grigor Dimitrov, Jiri Lehecka, Benoit Paire, Thiago Monteiro, Sebastian Baez, Albert Ramos Vinolas e Mikael Ymer.

Semifinale – Un’ipotetica semifinale, dunque, Sinner potrebbe giocarsela con Daniil Medvedev, in un’emozionante rivincita della sfida delle ATP Finals.

Finale – Nel caso Jannik dovesse riuscire a battere anche il russo, nell’ultimo atto degli Australian Open, potrebbe andare in scena una partita epica: il derby Tricolore con Matteo Berrettini. Certo, ne dovrebbero accadere di cose, ma quanto costa sognare?

Dove vedere gli Australian Open 2022 in tv e streaming

Sarà possibile seguire l’evento in diretta televisiva sui canali Eurosport1 ed Eurosport2, visibili sia su Sky che su Dazn. In streaming il torneo australiano sarà trasmesso sulle app di Discovery+, Sky Go, Dazn, TimVision, NowTv ed Eurosport Player.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply