Quei record che portano Berrettini davanti a Medvedev, Zverev e Tsitsipas

0

Quando si parla dei tennisti nati negli anni ’90 si fa riferimento, solitamente, a quelli che, a torto o a ragione vengono considerati i nuovi Big Three: Daniil Medvedev, Alexander Zverev e Stefanos Tsitsipas. Spesso sono loro stessi ad autocelebrarsi come tali. Oltre a loro, c’era (e speriamo torni ad esserci presto) Dominic Thiem.

Ebbene, di questi quattro tennisti, finora solo Medvedev e Thiem sono stati in grado di vincere un torneo del Grande Slam. L’austriaco nel 2020 a New York e il russo nel 2021 sullo stesso campo. Sono anche gli unici nati nei 90s ad aver vinto un Major.

Da oggi, però, anche Matteo Berrettini entra a pieno titolo nel gotha di questa generazione. Il tennista romano, classe 1996, è infatti l’unico tra i suoi coetanei ad aver raggiunto almeno i quarti di finale in tutti e quattro i tornei del Grande Slam. Decisiva è stata la vittoria contro Pablo Carreno Busta negli ottavi di finale degli Australian Open 2022.

Un risultato che pone Matteo anche in testa alla classifica all-time dei tennisti italiani. Mai nessuno prima di lui, infatti, era riuscito a raggiungere tale risultato nei quattro tornei più importanti.

Ora Matteo Berrettini è il terzo tennista italiano in assoluto per numero di quarti di finale Slam raggiunti (5), dopo Nicola Pietrangeli (10) e Adriano Panatta (6).

Matteo è il quarto azzurro di sempre (il secondo nell’era Open) ad arrivare così lontano a Melbourne. L’ultimo a riuscirci era stato, nell’ormai lontano 1991, un giovanissimo Cristiano Caratti, appena ventunenne.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply