A Dubai tifo da stadio, Ostapenko sbotta: “Non è il calcio”

0

Al Wta500 di Dubai le emozioni non stanno mancando e gli appassionati accorsi in gran numero sugli spalti si stanno facendo sentire. Jelena Ostapenko, dopo la sua vittoria al secondo turno di ieri, si è lamentata per il tifo da stadio. La lettone, in ogni caso, è riuscita di nuovo a vincere anche ai quarti di finale con Petra Kvitova.

Il tifo da stadio

Durante la partita tra Jelena Ostapenko e Iga Swiatek, due campionesse slam, l’atmosfera a Dubai è stata incredibile. Colpi incredibili e un tifo paragonabile a quello di uno stadio di calcio. Il problema (se così si può chiamare) è che la maggior parte di loro erano polacchi e hanno alzato i toni per sostenere la propria beniamina (stessa cosa successa nel match tra Ons Jabeur e Vera Zvonareva il giorno prima).

L’Ostapenko, che non le lascia di solito a dire, ha voluto sottolineare l’accaduto alla fine della sua partita.

Credo sia molto bello avere i tifosi qui. I tifosi polacchi, però, erano un po’ troppo allegri e battevano le mani anche per i doppi falli. Non credo sia questo il modo giusto di fare. Non si tratta di una partita di calcio, stiamo giocando a tennis.

Quando lei faceva doppio fallo, nessuno batteva le mani perché le persone sanno come devono comportarsi. Alcuni di loro, però, non si comportavano come dovevano purtroppo.

Questi episodi mi hanno spinta a dare sempre di più, volevo veramente vincere. In ogni caso, credo che le persone in uno stadio di tennis non debbano proprio comportarsi come in uno stadio di calcio”.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply