ATP 500 Dubai, Sinner soffre tantissimo ma alla fine la porta a casa

0

Buona (ma non troppo) la prima di Jannik Sinner all’ATP 500 di Dubai. L’altoatesino, reduce dal Covid e dalla separazione con Riccardo Piatti (sostituito con Simone Vagnozzi), ha battuto in tre set lo spagnolo Alejandro Davidovich Fokina, numero 43 al mondo.

L’azzurro ha offerto una prestazione non all’altezza della sua fama per buon parte del match. Poi, complice il calo dell’avversario, ha trovato la chiave per arrivare alla vittoria. Al prossimo turno se la vedrà con Andy Murray, che ieri ha sconfitto l’australiano Christopher O’Connell.

Il match: Sinner batte Davidovich Fokina 4-6; 7-6; 6-3

Panatta sulla rottura Piatti-Sinner

Foto Atp Tour

Vittoria al debutto per Jannik Sinner all’ATP 500 di Dubai: 4-6; 7-6; 6-3 il risultato finale dell’incontro (2h e 33 minuti). Ecco la sintesi.

La partita – Quello tra il ventenne azzurro e lo spagnolo è sin da subito un match molto equilibrato, con entrambi i giocatori estremamente solidi al servizio: zero il numero nella casella delle palle break dopo i primi nove game. La perfetta parità, però, viene rotta nel decimo gioco, quando l’iberico riesce a concretizzare il primo break point dell’incontro, andando così a chiudere il parziale d’apertura sul 6-4.

Al rientro in campo, Sinner fallisce due palle break nel primo gioco, merito anche di un Davidovich Fokina in grande spolvero. Lo spagnolo dimostra di essere molto ispirato anche tre game più tardi, quando strappa la battuto all’azzurro, portandosi sul 4-2. Partita finita? No, perché Jannik con un colpo di reni riesce a controbreakkare. In seguito, il verdetto è affidato al tie-break ed è proprio l’azzurro a spuntarla clamorosamente per 8-6 (era stato sotto 3-6, 3 match point annullati).

Nell’atto conclusivo della sfida, Davidovich Fokina si mostra in netto calo. E allora, un Sinner rigenerato prende il comando delle operazioni. Nel quarto game lo spagnolo riesce a neutralizzare tre chance di break, ma nulla può due giochi più tardi contro i colpi incisivi dell’altoatesino: 4-2. Alla fine, Jannik chiude con un 6-3.

Buona, ma non troppo, la prima del ventenne italiano sotto la guida di coach Simone Vagnozzi. Agli ottavi lo aspetta Murray, ex leader del ranking.

Le statistiche del match di Sinner

Ace: 5
Doppi falli: 2
Percentuale prima di servizio: 63%
Percentuale punti prima di servizio: 78%
Percentuale punti seconda di servizio: 59%
Palle break salvate/concesse: 0/2
Punti vinti in risposta alla prima: 35%
Punti vinti in risposta alla seconda: 37%
Palle break vinte: 2/8
Punti vinti al servizio: 71%
Punti vinti in risposta: 37%

Le statistiche del match di Davidovich Fokina

Ace: 2
Doppi falli: 2
Percentuale prima di servizio: 72%
Percentuale punti prima di servizio: 65%
Percentuale punti seconda di servizio: 60%
Palle break salvate/concesse: 6/8
Punti vinti in risposta alla prima: 22%
Punti vinti in risposta alla seconda: 35%
Palle break vinte: 2/2
Punti vinti al servizio: 63%
Punti vinti in risposta: 29%

Dove vedere l’ATP 500 di Dubai in tv e streaming

L’ATP 500 di Dubai 2022 sarà visibile in TV, in chiaro, su Supertennis (canale 64 del digitale terrestre). Inoltre, il torneo sarà trasmesso, previo abbonamento, su Sky Sport Uno e su Sky Sport Tennis (canali 201 e 205 di Sky). Per quanto riguarda lo streaming, sarà possibile seguire l’evento su Sky Go, NOW e Supertennix.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply