Ashleigh Barty, la ragazza che ha trasformato i sogni in realtà e ora sceglie di dire basta

0

“Sono così felice e così pronta, è arrivato il momento di appendere la racchetta al chiodo e di inseguire altri sogni”. Finisce così, all’improvviso, la favola di Ashleigh Barty, la ragazza cresciuta nel Queensland che sognava di diventare tennista. La quasi ventiseienne australiana, tre volte campionessa Slam, ne ha dato l’annuncio nelle scorse ore.

La storia di Ashleigh Barty: i sogni, gli incubi e la rinascita di una predestinata

“Penso che una volta che inizi a giocare quando sei giovane, inizi a capire cosa c’è nel mondo del tennis, inizi ad avere il coraggio di sognare. Quando sei un bambino, le possibilità nella tua mente sono infinite. Pensi che man mano che avanzi fai più esperienza. Non è solo un sogno, è una specie di realtà. Adesso, che ho fatto un viaggio incredibile, ho la possibilità di vivere il mio sogno d’infanzia“.

Per Barty tale sogno cominciò ad assumere le sembianze della realtà molto presto, dal momento che a soli quindici anni portò a casa il titolo juniores di Wimbledon. Poi d’un tratto si trasformò in un incubo: Ash si allontanò improvvisamente da questo sport a diciott’anni per giocare a cricket, lasciando a bocca aperta il mondo intero. Nessuno sapeva che dietro quella decisione ci fosse l’oscurità: l’australiana soffriva di burnout e depressione ed era consapevole che avrebbe dovuto prendersi del tempo. L’obiettivo era fermarsi a riflettere per poter quindi rientrare e costruirsi una carriera all’altezza dei suoi sogni.

La pausa, durata poco più di un anno, ha fatto miracoli. Lavorando con Craig Tyzzer, Ashleigh è diventata prima una delle giocatrici più forte del circuito, poi la più forte in assoluto. Ebbene sì, possiamo dirlo: la realtà ha superato di gran lunga l’immaginazione.

Poi l’addio, come un fulmine a ciel sereno

Poi l’addio, nel momento in cui nessuno se lo sarebbe mai aspettato, come un fulmine a ciel sereno: a 26 anni ancora da compiere, poche settimane dopo il suo primo trionfo agli Australian Open, Ash ha di nuovo spiazzato l’universo tennistico e non solo. Barty si ritira, lo sport perde una delle sue più grandi campionesse, l’unica del circuito femminile contemporaneo ad entusiasmare veramente gli appassionati.

Vi lasciamo ad un estratto delle sue parole: “Oggi è un giorno difficile e pieno di emozione per me. Annuncio il mio ritiro dal tennis. Ci stavo pensando da tanto tempo, e ho avuto momenti molto importanti nella mia carriera. La vittoria a Wimbledon lo scorso anno mi ha cambiata molto come persona e come atleta. C’è stato un cambiamento di prospettiva in questa seconda parte della mia carriera. La mia felicità non dipendeva più dai risultati. Il successo, per come lo definisco io, è sapere di aver dato tutto quello che potevo dare. Qualcuno magari non capirà, e lo comprendo. Ma per me, Ash Barty, ci sono talmente tanti sogni che non includono il viaggiare per il mondo per giocare a tennis, rimanendo lontana dalla mia famiglia e dalla mia casa. Non smetterò mai di amare il tennis, è stato una parte fondamentale della mia vita e lo sarà sempre, ma ora voglio godermi il prossimo capitolo della mia vita come Ash Barty la persona, e non Ash Barty l’atleta. Sono così grata per tutto ciò che questo sport mi ha dato e me ne vado sentendomi orgogliosa e realizzata. Grazie a tutti coloro che mi hanno supportato lungo questo percorso, sarò sempre grata per i ricordi che abbiamo creato insieme per tutta la vita”.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply