Barcellona, brivido Alcaraz: che emozione giocare sul campo di Nadal

0

Carlos Alcaraz, testa di serie numero 5 all’Atp500 di Barcellona e atteso all’esordio con il coreano Kwon Soon, ha raccontato le emozioni di giocare in Catalogna. Si tratta della seconda volta sui campi del Real Clube de Tenis, dopo la wildcard della scorsa edizione.

L’emozione di Carlitos

Carlos Alcaraz si appresta a scendere in campo oggi per il proprio esordio all’Atp500 di Barcellona. Lo spagnolo, testa di serie numero 5, se la vedrà con il coreano Kwon Soon. Tutti si aspettano un successo, in vista di un quarto di finale sensazionale con il campione del master1000 di Montecarlo, Stefanos Tsitsipas (prima ci sarebbe la sfida con il vincente della sfida tra Jaume Munar e Nikoloz Basilashvili).

Nella conferenza stampa prima del torneo, Carlitos ha voluto raccontare le emozioni prima di poter giocare nella pista Rafael Nadal (il campo centrale dedicato dal 2017 al campione spagnolo, vincitore del trofeo in 12 occasioni).

Ho giocato questo torneo da under14 e mi ricordo di aver visto le partite dei grandi dagli spogliatoi. Ho visto giocare qui tennisti come Rafa Nadal, Roberto Bautista Agut e Pablo Carreno Busta. Ho sempre sognato di poter giocare nella pista Rafael Nadal contro i migliori tennisti del mondo. Mi ricordo di aver pensato ‘Un giorno giocherò qui con loro’.

Giocare in Spagna significa giocare in casa. Sapere che le persone tifano per te è fantastico. È importante sapere che sono al tuo fianco nei momenti difficili del match. Spero di sentire il calore del pubblico già dalla prima partita che giocherò qui.

Quale superficie preferisco tra cemento e terra? Beh, mi sento di dire il cemento”.


Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply